in

Calcio: Genevier va via dalla Juve Stabia per la moglie

Lo scrittore Roberto Gervaso, una decina d’anni fa ebbe a scrivere, con inchiostro per la verità intriso di maschilismo, che ‘tutte le donne sono diverse, ma tutte le mogli sono uguali’. In effetti non è sempre facile accontentare le consorti: la lamentela è sempre in agguato.

Nelle ultime stagioni il centrocampista transalpino non ha esattamente brillato: a Siena nel 2010/11 giocò solo gli ultimi nove minuti di campionato per via di un brutto  infortunio. L’anno successivo, addirittura ha passato i primi sei mesi al Livorno e i secondi sei agli acerrimi nemici del Pisa.

Juve Stabia

Il giocatore non volle muoversi dalla Toscana perché a luglio 2011 era diventato padre. Poi però la professione lo ha chiamato lontano dalla città della torre pendente (dove aveva giocato con profitto anni prima): in estate è arrivata la chiamata della Juve Stabia dove Gael Genevier avrebbe ritrovato l’allenatore Piero Braglia, suo antico mentore proprio ai  tempi di Pisa. L’offerta è gratificante e irrinunciabile. E il francese accetta.

La scelta si rivela azzeccata. La Juve Stabia si fa onore in serie B e Genevier si fa onore nella Juve Stabia. Fila tutto liscio fino alle vacanze di Natale quando la moglie del giocatore rompe gli indugi.

Dopo mesi passati con il broncio chiede al marito se è possibile cambiare aria, squadra, città perchè lei a Castellammare, proprio non si è ambientata. Morale: più delle ambizioni calcistiche poterono i malumori della consorte.

Così Genevier è finito sul mercato e probabilmente si accaserà alla Pro Vercelli: lontano dal mare della Campania, ma più vicino alla Francia anche se i piemontesi sono a forte rischio retrocessione e la Juve Stabia sogna i playoff per andare in serie A.

Written by Fabrizio Pucci

Fabrizio Pucci nasce nel 1970 a Livorno, città dove risiede. Nel 1984 pubblica il primo articolo, la presentazione della partita di calcio Livorno-Ancona. Dopo il Liceo inizia una serie di collaborazioni con radio e tv che con gli anni lo porteranno fino a Tele+ e Sportmediaset. Attualmente collabora con Il Tirreno di Livorno. Appassionato di Sport, non si perde una partita del 'suo' Livorno per lavoro, ma anche per amore della maglia amaranto. Pessimista di natura, perché è sempre meglio prepararsi al peggio per poi festeggiare il meglio.

Weekend a Barcellona: consigli su cosa vedere

Lady Gaga criticata per il suo reggiseno a fucile