in ,

Calciomercato Juventus, Allegri via a fine stagione: dettagli e sostituto in pole per la panchina

La conferma sembrerebbe quasi vicina. Massimiliano Allegri, attuale tecnico della Juventus, potrebbe dire addio alla panchina bianconera a fine stagione. A darne la notizia questa mattina è stato il ‘Quotidiano Sportivo’ che ha rivelato il retroscena ed i dettagli relativi al calciomercato Juventus soffermandosi sul futuro e probabile ‘divorzio’ tra il tecnico livornese e la Vecchia Signora. Tutto questo pare sarebbe scaturito dalla sconfitta in Supercoppa contro il Milan, quando Allegri avrebbe concordato con la società il suo addio nella prossima estate 2017.

Stando alle ultime indiscrezioni rilasciate dal Quotidiano Sportivo, Allegri sarebbe vicino a lasciare la panchina della Juventus a fine stagione. Nei passati giorni Beppe Marotta, amministratore delegato e direttore generale bianconero, ha parlato proprio del futuro dell’allenatore toscano. Queste le sue dichiarazioni: “Ha un contratto con noi e ribadisco che il rapporto con il mister è ottimo, è un rapporto che ha portato moltissime soddisfazioni: con lui vogliamo crescere ancora. Non è più un allenatore in scadenza ma, al di là del mero accordo contrattuale, non ci sono motivi per iniziare a creare problemi. Noi siamo contenti di lui e lui è di noi”.

Calciomercato Juventus: Massimiliano Allegri addio bianconero, chi al suo posto?

Malgrado siano giunte pubblicamente le smentite, resta comunque forte la possibilità di addio del tecnico Allegri nella prossima sessione di calciomercato Juventus di fine stagione. Indiscrezioni sostengono che a sostituire il livornese sulla panchina bianconera potrebbe esserci Paulo Sousa, attuale allenatore della Fiorentina che, tra l’altro, piace molto al presidente Andrea Agnelli. In corsa anche Luciano Spalletti, Diego Simeone e l’outsider Eusebio Di Francesco. Una forte tentazione proviene anche dalla Premier League.

Five Stories Say Goodbye Testo: il primo inedito della band ex X – Factor

giornata contro le mutilazioni genitali femminili, giornata contro le mgf, mutilazioni genitali femminili in italia,

Giornata contro le Mutilazioni Genitali Femminili 2017: 50 mila casi anche in Italia