in ,

Calcolo bollo auto 2018: ultimi giorni per pagare, ecco come avere diritto all’esenzione

Ultime 48 ore per pagare il bollo auto. Entro il 31 maggio, infatti, i proprietari di autoveicoli con oltre 35 Kw con bollo scadente ad aprile 2018 – residenti in Regioni che non hanno stabilito termini diversi – dovranno effettuare il pagamento della tasse automobilistiche. Il versamento potrà essere realizzato presso le Agenzie Postali con apposito bollettino di C/Cp, presso gli Uffici dell’A.C.I., le tabaccherie o le agenzie di pratiche auto. Ecco tutto quello che c’è da sapere per avere maggiori informazioni sul calcolo, come avere diritto all’esenzione e tutte le informazioni utili.

Leggi anche: Tutte le news utili con UrbanPost

Calcolo Bollo Auto 2018: come avere i preventivi?

Ecco come si calcola il bollo auto 2018 con Aci, Agenzia delle Entrate con targa oppure KW.

  • Bollo Auto 2018 con Aci: qui si può effettuare il calcolo dell’importo per il bollo auto e anche il bollo auto e moto storiche ultraventennali ma solo per i residenti nel Regioni e nelle Province Autonome convenzionate con l’ACI quindi per i soli automobilisti residenti nelle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Molise, Puglia, Umbria, Provincia Autonoma di Trento e Provincia Autonoma di Bolzano. Per queste regioni il calcolo bollo auto ACI viene effettuato sui dati in possesso degli archivi ACI mentre per quelli residenti in Lombardia e Toscana, il calcolo dell’importo dovuto viene eseguito attraverso il collegamento agli archivi delle due regioni mentre per i residenti delle regioni non convenzionate il collegamento è attraverso l’Archivio Nazionale gestito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. 
  • Bollo Auto 2018 con Agenzia delle Entrate: il calcolatore consente ai contribuenti di conoscere l’importo da pagare per il rinnovo, prima immatricolazione e nel caso di bollo auto omesso di determinare sanzioni e interessi. Oppure il programma consente ai contribuenti di calcolare la tassa inserendo i dati tecnici del veicolo in base ai KW o cavalli fiscali e anno del veicolo.

BOLLO AUTO IN RITARDO COME FARE

Bollo Auto 2018 sanzioni: cosa succede a chi non paga?

Il mancato pagamento del bollo auto 2018 comporta una sanzione ed una maggiorazione variabile a seconda del tempo trascorso dalla data di scadenza. La sanzione corrisponde ad una percentuale dell’importo, calcolata in base ai giorni di ritardato pagamento. Effettuare il pagamento del Bollo auto 2018 in ritardo comporta pertanto di versare oltre all’importo della tassa, la sanzione e gli interessi maturati in base ai giorni di ritardo.Piacere tra le lenzuola, arriva il francobollo dell amore in farmacia contro l'impotenza

Bollo Auto 2018 prescrizione: cosa cambia?

Dal 2018 il bollo auto non pagato cadrà in prescrizione dopo 10 anni, e non più dopo 3. L’Agenzia delle Entrate potrà richiedere le morosità per dieci anni e non più per tre. Inoltre, la norma avrà valenza retroattiva: anche un mancato pagamento teoricamente già caduto in prescrizione (che è l’estinzione del credito per effetto del decorso del tempo) autorizzerà l’Agenzia di Riscossione a recapitarvi comunque la relativa cartella esattoriale.

Andamento spread oggi mutui e investimenti

Andamento spread oggi: come cambiano mutui e investimenti per gli italiani?

belen ibiza gossip news

Belen Rodriguez e Andrea Iannone: “Matrimonio? Non ci credo più, ecco quanto guadagno”