in

Cani bruciati vivi in Valtellina: abbaiavano troppo, aperta inchiesta

Orrore in Valtellina: la scorsa notte ad Albaredo per San Marco,frazione di 300 abitanti in provincia di Sondrio, due cani sono stati barbaramente uccisi. La loro ‘colpa’? Abbaiavano troppo. Forse davano fastidio a qualcuno, ma tant’è, sono stati bruciati vivi nel recinto dove vivevano. Una vergognosa barbarie segno di inciviltà. La proprietaria degli animali, Marzia Tarabini, ha trovato la cuccia di Bobo e Lea, così si chiamavano, completamente carbonizzata, dentro c’erano i resti dei due poveri animali.

Potrebbe interessarti anche: Grottammare: uomo perde memoria dopo bagno al mare, ricoverato

L’orribile crimine è stato presto da lei denunciato e reso pubblico con un post su Instagram: “Pensi che le persone abbiano un’anima, un cuore, una coscienza. Nonostante le atrocità quotidiane nel mondo, alla fine tu sei convinto che nel tuo piccolo certe cose non succederanno. Poi ti svegli una domenica mattina e scopri dolorosamente che una mano ancora ignota, ma certamente ignobile, durante la notte ha volontariamente bruciato vive due creature che hanno commesso un unico errore: abbaiare”Sull’episodio indagano i carabinieri di Sondrio.

Profonda l’indignazione di Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi del Movimento Animalista, presieduto dall’on. Michela Vittoria Brambilla: “È l’ennesima, inaccettabile storia di ordinaria crudeltà contro i nostri amici fratelli senza voce. Credo che sia arrivato il momento che l’indignazione delle persone sensibili spinga il mondo politico a lavorare in maniera trasversale su una nuova proposta di legge che preveda pene più severe per chi maltratta e uccide gli animali”. Anche l’Enpa ha esecrato la vergognosa vicenda: “Una atrocità”, si legge sul post pubblicato sulla pagina Facebook dell’Enpa di Sondrio. “Se qualcuno sa o ha visto qualcosa parli…queste cose non devono passare impunite”.

Belen Rodriguez e Andrea Iannone

Belen Rodriguez e Andrea Iannone gossip news: sono tornati insieme? Ecco la prova! (FOTO)

MATTEO SALVINI VOLO DI STATO

Matteo Salvini in Libia, il Ministro dell’Interno propone l’Hotspot ma riceve un secco no