in

Caso Diciotti, migranti minacciati: “Hanno tagliato un dito a mio figlio”

Cinquanta giorni scarsi. Tanto è durata l’armonia, a suon di dichiarazioni, del Governo del cambiamento. Il caso Diciotti, che tiene banco da ormai circa una settimana, rischia di far saltare il banco tra Movimento Cinque Stelle e Lega. Come già spiegato qui, nella serata di ieri la nave è sbarcata a Trapani: a sbloccare la situazione ci ha pensato il Presidente della Repubblica con una mossa ritenuta inopportuna da parte del Viminale. Non da parte di Luigi Di Maio, vicepremier, che ad Agorà su RaiTre ha spiegato: “Se Mattarella è intervenuto bisogna rispettare il presidente” ha detto il leader M5s ad Agorà Estate. “Servono procedure più veloci, noi avevamo la preoccupazione che dovesse essere perseguito chi aveva commesso violenza sulla nave.” Intanto, come riportato da TgCom24, sono drammatiche le testimonianze che arrivano direttamente dai migranti. sbarchi migranti sos guardia costiera

Migranti, genitori minacciati: rapito e seviziato il figlio

Per convincere i genitori a dare altro denaro e proseguire il loro viaggio in Italia i trafficanti di uomini in Libia hanno rapito il figlio e gli hanno tagliato un dito. Col “trofeo” esibito per dimostrare di quali atrocità erano capaci sono andati dalla coppia che ha dato loro i soldi. E’ una delle “ordinarie” storie di violenza raccontate dai profughi arrivati giovedì sera a Trapani a bordo della nave della Guardia Costiera Diciotti. I mediatori culturali e gli investigatori, con l’ausilio degli interpreti, stanno raccogliendo le testimonianze dolorose dei 67 migranti partiti dalla Libia, soccorsi in mare dal rimorchiatore Vos Thalassa e poi trasferiti sulla Diciotti.migranti accordo ue 29 giugno 2018

Migranti violentati: le testimonianze

Una donna cinquantenne ha invece riferito di essere stata violentata più volte prima della partenza. La sua storia è stata confermata dai medici della Cisom di Malta e poi dai sanitari trapanesi che l’hanno visitata. Drammatiche le parole di un giovane che ha raccontato di aver visto morire la moglie: sarebbe stata assassinata a colpi di pistola nel campo profughi dai trafficanti.

Cagliari, trovato cadavere mutilato durante spegnimento incendio: forse è lo scomparso Luca Congera

Replica Le Verità Nascoste settima puntata del 13 luglio 2018: come vedere il video integrale