in

Caso Mario Bozzoli nuove indagini: per Roberta Bruzzone va seguita la “pista economica”

Scomparsa Mario Bozzoli ultime notizie: dopo che la procura generale di Brescia ha avocato l’inchiesta, lo scorso 23 marzo, vi sarà un altro mese di tempo per compiere ulteriori accertamenti e tentare di arrivare alla verità sul giallo di Marcheno, che ha visto sparire nel nulla l’imprenditore 50enne Mario Bozzoli, alla fine del turno di lavoro la sera dell’8 ottobre 2015, e morire – apparentemente per un gesto volontario – uno dei sui operai, Giuseppe Ghirardini, che si allontanò poche ore prima di essere sentito a sommarie informazioni dagli inquirenti dopo la scomparsa del suO datore di lavoro. L’operaio fu ritrovato cadavere il 13 ottobre, a oltre 100 km da casa, ucciso da una capsula di cianuro che ingerì volontariamente per i magistrati ma non per la sua famiglia, che mai ha creduto alla ipotesi del suicidio.

Scomparsa Mario Bozzoli: al via nuove indagini

Oggi mercoledì 4 aprile a Brescia inizierà la “nuova” indagine sul giallo di Marcheno che vede indagati a piede libero quattro uomini: i nipoti della vittima Alex e Giacomo Bozzoli (nonché soci di Mario Bozzoli) e i due operai della fonderia dove sarebbe avvenuto il delitto, Oscar Maggi e il senegalese Abu. L’accusa per loro è di omicidio volontario e distruzione di cadavere. Il corpo di Mario Bozzoli non è mai stato trovato. Secondo quanto trapela in queste ore da ambienti giudiziari, il procuratore generale Pier Luigi Maria Dell’Osso, che ha avocato l’inchiesta, dovrebbe avere un incontro con la Guardia di Finanza. L’obiettivo è quello di puntare l’attenzione su questioni economiche e finanziare su cui potrebbe celarsi il movente dell’omicidio. Saranno effettuati nuovi interrogatori non solo alle persone già sentite in passato, ma anche a soggetti inizialmente esclusi. Sarà inoltre approfondita la posizione di due camion che la notte dell’8 ottobre 2015 avrebbero lasciato l’azienda: si dovrà capire quando sono stati caricati prima di lasciare Marcheno.

IL GIALLO DI MARCHENO: TUTTI GLI APPROFONDIMENTI DI URBANPOST, LEGGI 

caso bozzoli roberta bruzzone

Caso Bozzoli: per Roberta Bruzzone il movente è economico

A concordare con la pista investigativa economica la criminologa Roberta Bruzzone, che sulle pagine del settimanale Giallo fa la sua analisi in merito:  “A suo avviso (del procuratore generale ndr), e concordo pienamente, per far luce sulla ingarbugliata e anomala vicenda, occorre ‘seguire i soldi’ concentrando l’attenzione investigativa su tutti i possibili aspetti finanziari che gravitano attorno alla fonderia di Marcheno. Questi sono gli ingredienti principali da cui partire: un omicidio senza corpo, l’eliminazione di Ghirardini, che poteva rappresentare uno scomodo testimone, assassinato con una fiala di cianuro e una fonderia che era al centro di una serie di possibili triangolazioni di matrice finanziaria”“A mio avviso”, conclude la Bruzzone, “occorre stabilire chi ha avuto maggiori vantaggi dalla scomparsa di Mario Bozzoli”.

;

Diretta Milan – Inter: dove vedere in TV e web gratis il big-match di Serie A

Concorso Ministero Economia e Finanze 2018: 400 posti disponibili, ecco bando, requisiti e prove (GUIDA COMPLETA)