di Stephanie Barone in ,

Caso Marwa: i medici “basta accanimento terapeutico”, i genitori “non staccate la spina”


 

Il caso della piccola Marwa ha scosso profondamente la Francia e non può che fare lo stesso in Italia mentre si cerca di capire come aiutare le persone che chiedono volontariamente la fine della propria vita. Ecco la vicenda della bambina francese.

Parma blitz arresti medici

Mentre l’Italia si è nuovamente scossa di fronte al caso di Dj Fabo che ha scelto il suicidio assistito in Svizzera per porre fine volontariamente alla sua vita, in Francia è esplosa la vicenda della piccola Marwa, di soli 15 mesi. Dallo scorso settembre infatti la bambina è ricoverata in ospedale: un virus le ha portato un incidente “neurologico grave e definitivo”, fino a renderla completamente paralizzata negli arti. Ad oggi è tenuta in vita attraverso un respiratore artificiale ed è nutrita con un sondino, secondo i medici non ci sarebbe più nulla da fare e loro non sanno dire se lei al momento stia soffrendo o meno. I medici quindi sarebbero pronti a staccare la spina alla piccola ma i genitori, Mohamed e Anissa Bouchenafa, di origine algerina, hanno detto ‘no’ e si sono rivolti ad un Tribunale amministrativo che ha dato loro ragione.

=> Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

A questo punto però l’ospedale parla di accanimento terapeutico inutile, parlano di “irragionevole ostinazione” dei genitori di Marwa. Per questo motivo l’ospedale si è rivolto al più alto tribunale francese, il Consiglio di Stato, che in queste ore sta studiando il caso di Marwa e dovrà dare una risposta definitiva sul da farsi. Da mesi però i genitori non si arrendono e stanno ottenendo la solidarietà di una grande parte della Francia, sul web e per le strade. “Mai senza Marwa” (#jamaissansmarwa) è la pagina Facebook dedicata alla piccola di 15 mesi in una situazione tanto difficile che già conta più di 90 mila iscritti; il papà della bambina non smette di postare video dei miglioramenti della bambina e per questo ha indetto una petizione per “non staccare il respiratore” che tiene in vita sua figlia che ormai ha già superato le 243 mila firme.

Il caso della piccola Marwa ha scosso profondamente la Francia tanto che perfino in occasione della finale di Coppa, tra Marsiglia e As Monaco, sugli spalti erano apparsi striscioni di sostegno ai genitori della piccola. Intanto proprio domani, sabato 4 marzo, si terrà una marcia per la bambina e la sua famiglia.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook