di Michela Becciu in , ,

Caso Meredith: Raffaele Sollecito chiede risarcimento di 500 mila euro per ingiusta detenzione


 

I legali del 32enne pugliese hanno presentato istanza in Corte d’Appello a Firenze, per chiedere un risarcimento di 516mila euro per ingiusta detenzione subita dal loro assistito

caso meredith news

Giulia Bongiorno e Luca Maori, i legali di Raffaele Sollecito, ieri hanno depositato la richiesta di risarcimento di 516mila euro per ingiusta detenzione, rivolgendosi dunque ai giudici che per ultimi hanno messo parola su questa contorta vicenda giudiziaria.

L’ingegnere pugliese coinvolto insieme ad Amanda Knox e Rudi Guede nella lunga inchiesta relativa all’omicidio della studentessa inglese, Meredith Kercher, avvenuto a Perugia il primo novembre 2007, è stato assolto in via definitiva dalla Corte di Cassazione in data 27 marzo 2015.

Prima di tornare ad essere un uomo libero, però, Sollecito ha trascorso in carcere quasi quattro anni, dal 6 novembre del 2007 al 4 ottobre del 2011. Il giovane, che si è sempre proclamato innocente ed estraneo ai fatti contestatigli, ora chiede di essere risarcito dallo Stato italiano per aver subito i danni di una ingiusta detenzione.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...