in

Caso Roberta Ragusa: allontanamento volontario “pista insostenibile” per Roberta Bruzzone

Caso Roberta Ragusa ultime news: il prossimo 14 marzo Antonio Logli tornerà sul banco degli imputati per il processo d’Appello che lo vedrà imputato per omicidio volontario aggravato e distruzione di cadavere. Tutte accuse che l’uomo rigetta da sempre e che, sostenuto dai suoi legali, sarà pronto a rigettare anche nel processo di secondo grado. La difesa porterà avanti la pista dell’allontanamento volontario che come sappiamo la famiglia di Roberta Ragusa respinge con forza, convinta che purtroppo la donna sia stata uccisa e il suo corpo, mai trovato, occultato chissà dove.

CASO RAGUSA NEWS Antonio Logli sentenza

Caso Roberta Ragusa news ipotesi fuga negli Stati Uniti: la cugina si scaglia contro avvocato Antonio Logli

Scomparsa Roberta Ragusa: la nuova lettera anonima

Il marito della donna, che quando è scomparsa aveva 44 anni, è stato condannato in primo grado a 20 anni di reclusione con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere. Di recente una lettera anonima giunta alla redazione di Chi l’ha visto? e ai carabinieri ha inviato gli inquirenti ad indagare sul misterioso suicidio del custode del cimitero sito vicino casa della donna, già entrato a far parte delle indagini anni fa ma che non portò mai alla scoperta di indizi tali da fare aprire una vera e propria pista investigativa. La lettera anonima riferisce che in casa del morto suicida nel 2016 i familiari avrebbero ritrovato un lingotto d’oro (di cui al momento non risulterebbero riscontri oggettivi) quale ricompensa ricevuta dall’assassino di Roberta Ragusa per disfarsi del cadavere dopo il delitto. L’ipotesi, però, non ha fondamento. Siffatta circostanza, infatti, non avrebbe trovato alcuna conferma.

Roberta Ragusa news lettera anonima: Chi l’ha visto? intervistò custode cimitero morto suicida

Roberta Ragusa: Roberta Bruzzone boccia ipotesi allontanamento volontario

Secondo la criminologa Roberta Bruzzone la pista dell’allontanamento volontario sostenuta dai legali di Antonio Logli è infondata. Dire infatti che Roberta Ragusa potrebbe trovarsi in chissà quale parte del mondo non ha ragion d’essere secondo la nota criminologa, che nella sua rubrica sul settimanale “Di Più” ha argomentato la sua convinzione. Una ricostruzione “discutibile” quella avanzata dai difensori di Logli, che però si andrebbe a scontrare contro l’assenza di prove certe di una fuga volontaria. In casi simili, spiega la Bruzzone, “soltanto la morte è in grado di cancellare ogni traccia di una donna con il profilo vittimologico di Roberta Ragusa: madre, moglie, donna tradita e delusa, ma soprattutto moglie molto ‘scomoda’ per il marito fedifrago sotto il profilo patrimoniale”.

roberta ragusa news

Sanremo 2018 ospiti

Sanremo 2018 ospiti: tutti cantano Baglioni (FOTO)

Antonio Ricci contro Claudio Baglioni: “Piuttosto la morte che l’accoccolamento”