in ,

Caso Roberta Ragusa lettera anonima, pista cimitero news: il corpo distrutto nel forno crematorio?

Caso Roberta Ragusa ultime notizie: dopo la lettera anonima giunta ai carabinieri e alla redazione di Chi l’ha visto? si torna a parlare della ‘pista del cimitero’ in merito alla misteriosa scomparsa della madre 44enne di San Giuliano Terme.


Un anonimo nella missiva invita ad indagare su un uomo morto suicida a Pisa nel 2016, il custode del cimitero sito in via Pietrasantina. Si tratterebbe di un presunto tossicodipendente che lavorava al cimitero e che si tolse la vita perché tormentato da qualcosa dopo la scomparsa della Ragusa“Indagate su ***”, si legge in quella lettera di cui Federica Sciarelli ha dato notizia a Chi l’ha visto?, riferendo che l’autore del messaggio avrebbe espressamente fatto riferimento all’uomo morto suicida “sotto il treno della linea ferroviaria Pisa Lucca” sita dietro casa di Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa condannato in primo grado a 20 anni di carcere per omicidio volontario e distruzione di cadavere, in attesa del processo d’appello che si terrà a Firenze a marzo.

Rberta Ragusa ultime news

Caso Roberta Ragusa news: lettera anonima e possibile nuova pista investigativa

Di quel cimitero si parlò all’epoca dei fatti, poiché il forno crematorio sito al suo interno, e in disuso da tempo, registrò un anomalo consumo (2 o 3 metri cubi, un inusuale consumo di gas) corroborato anche da alcune bollette. Cimitero presso il quale Antonio Logli (dalla prima ora sospettato di essere coinvolto nella vicenda) si trovò a passare in auto la mattina successiva alla scomparsa della moglie, poiché la sua vettura ebbe un guasto e si fermò proprio lì. Al momento non esiste alcun elemento che colleghi questo fatto al contenuto della lettera anonima, tuttavia gli inquirenti da giorni starebbero vagliando l’attendibilità di quella missiva, al fine di capire se esistano i presupposti per aprire una indagine sul custode morto suicida. L’interrogativo è: quell’uomo avrebbe visto qualcosa? Sarebbe stato a conoscenza del perché quel forno in disuso si riattivò dopo la scomparsa della Ragusa? Al momento si tratta solo di dubbi, forse misti a suggestione alla luce delle nuove indicazioni riportate su quella lettera e che si riallacciano alle indiscrezioni risalenti ad anni fa, secondo le quali il corpo di Roberta Ragusa potrebbe essere stato bruciato, distrutto, proprio in quel forno crematorio.

Legge Elettorale Rosatellum Bis

Elezioni 2018, come funziona la Legge Elettorale Rosatellum Bis? Il 77% degli italiani non lo sa (FOTO)

Replica Romanzo Famigliare puntata del 22 gennaio 2018: dove vedere il video integrale