in ,

Caso Yara, consulente Bossetti non sarà processato: non luogo a procedere per Ezio Denti

Caso Yara: Ezio Denti accusato falsa attestazione e falsa testimonianza sulle sue qualità professionali non sarà processato. Il consulente del team difensivo di Massimo Bossetti, il carpentiere bergamasco condannato all’ergastolo anche in secondo grado per l’omicidio della 13enne di Brembate, era indagato in quanto avrebbe dichiarato il falso in merito ai suoi titoli professionali. Ebbene, oggi il Gup ha dichiarato il non luogo a procedere nei suoi riguardi perché il fatto non sussiste. Ezio Denti è ingegnere come da lui dichiarato, e non ‘solo’ ragioniere, dunque, contrariamente a quanto sostenuto dal pm Letizia Ruggeri. Denti, difeso dall’avvocato Paolo Camporini, ha infatti dimostrato davanti al gup di possedere una laurea in ingegneria. Un attestato valido in Francia (dove è anche iscritto all’ordine) e in Svizzera ed equivalente anche in Italia.

“Il mio assistito non ha quindi detto il falso al processo, i documenti provano che è laureato”, ha sottolineato l’avvocato Camporini a fine udienza, che con il collega Claudio Salvagni aveva chiamato il consulente a deporre al processo di primo grado per ‘smontare’ con la sua perizia i video della Procura di Bergamo a sostegno della tesi della compatibilità tra il furgone Iveco Daily di Bossetti e quello inquadrato aggirarsi intorno alla palestra di Brembate Sopra, la sera della scomparsa di Yara Gambirasio.

Caso Yara news, Ezio Denti consulente Bossetti rischia il processo: ecco di cosa è accusato

Il criminologo del pool difensivo di Bossetti è un ingegnere con un diploma ottenuto a Friburgo che non è riconosciuto in Italia ma tuttavia ha validità in Svizzera. Per tale motivo il Gup Vito de Vita ha deciso per il non luogo a procedere, perché il fatto non sussiste nei confronti di Ezio Denti. “Durante il dibattimento processuale avevo dichiarato il mio titolo di studio in qualità di ingegnere” – così Denti intervistato da Radio Cusano Campus oggi 19 dicembre – “Questo mi venne contestato dalla Ruggeri che diceva che io avessi solo il diploma di ragioniere. I titoli li avevo con me durante l’attività dibattimentale. Chiesi se voleva vederli perché sapevo che me lo avrebbe chiesto. Sono stato quindi rinviato a giudizio per falsa testimonianza e falsa attestazione. Abbiamo avuto una prima udienza durante la quale il Gup prese del tempo per riservarsi ulteriori verifiche. Gli avvocati Camporini e Salvagni hanno dimostrato che l’accusa si sbagliava nei miei confronti. Abbiamo presentato al Gup i miei titoli che sono validi in Francia e che sono equivalenti anche in  Italia anche se non ho mai esercitato”. Ezio Denti pretende le scuse di chi lo avrebbe “calunniato”: “Due anni di diffamazioni e calunnie nei miei confronti. Prima Ezio Denti era il top del top. Ora sono un millantatore di titoli. Sono stato attaccato dal web e da tutti i media. Il primo fu Repubblica. Non chiedo tanto, chiedo che venga pubblicato quanto accaduto. Se le scuse non arriveranno adirò le vie legali, questo senza dubbio”.

 

ATTACCO PARLAMENTO ISIS RIVENDICA

Genova arrestato 29enne per legami con Isis: era pronto a ricevere ‘chiamata’ e compiere attentato

giallo di cornuda news

Giallo di Cornuda news, Sofiya e la presunta gelosia di Pascal: rivelazioni inedite di un nuovo testimone