in

Catania operazione “Garbage Affair”: scandalo rifiuti, in manette imprenditori e funzionari del Comune

Diverse le misure cautelari che la Dia di Catania ha notificato a funzionari pubblici con ruoli di vertice al Comune di Catania e a imprenditori impegnati nel settore dell’ambiente. Sono ritenuti tutti responsabili di vari reati contro la pubblica amministrazione nell’ambito dell’operazione denominata dagli inquirenti “Garbage Affair”. Al centro ci sarebbe l’affidamento di un appalto per la raccolta dei rifiuti dell’importo di 350 milioni di euro, suddivisi in tre anni, dietro l’inchiesta della magistratura sfociata in un’operazione scattata all’alba tra Catania, Roma e Milano.

Leggi anche: Tutte le news con UrbanPost

Catania operazione Garbage Affair: arrestati due funzionari del Comune

Tra i destinatari dei provvedimenti cautelari emessi dal gip ci sono due funzionari dell’amministrazione ai vertici del settore Ecologia del Comune e un imprenditore romano che opera nel settore della raccolta dei rifiuti in Sicilia. Nell’ambito dell’operazione della Dia, denominata “Garbage affair”, sono in corso perquisizioni nelle case e nei luoghi di lavoro degli indagati. A Catania gli agenti eseguono anche perquisizioni e acquisizioni di atti nell’ufficio del settore Ecologia del Comune.

Operazione Garbage Affair: nomi svelati in conferenza stampa

I dettagli dell’operazione verranno illustrati nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 10,30 nella sala conferenze della procura della Repubblica di Catania, alla presenza del procuratore capo Carmelo Zuccaro e del capocentro della Dia di Catania, Renato Panvino.

pamela mastropietro news

Omicidio Pamela news, Innocent Oseghale dà una nuova versione dei fatti: il suo racconto

Programma Movimento 5 Stelle plagiato

Governo 2018 Presidenza della Camera, il Movimento 5 Stelle ribadisce: “Spetta a noi”