in

Cernusco sul Naviglio sasso dal cavalcavia: vittima non morì per infarto

Cernusco sul Naviglio sasso dal cavalcavia: Nilde Caldarini, la donna di 62 anni che si trovava nell’auto centrata, il 10 novembre scoda una pietra lanciata da un terrapieno a lato di una strada, nel Milanese, non è morta di infarto per lo shock subito, come ipotizzato in un primo momento, ma ad ucciderla sarebbe stato proprio dal sasso. A confermarlo una consulenza medico-legale. Le indagini sono ancora in corso in quanto ad oggi il responsabile di quanto accaduto non è stato identificato.

Secondo quanto rivelato dagli accertamenti dei consulenti della Procura, i quai ancora devono depositare formalmente la loro relazione al pm), la donna sarebbe morta perché colpita allo sterno dal blocco di pietra che sfondò il parabrezza della vettura. Le telecamere di videosorveglianza non avrebbero ripreso chi ha lanciato il sasso, né testimoni avrebbero assistito al lancio, ecco perché le indagini sono molto difficili.

Milano sasso contro auto: donna muore di infarto per lo shock

La Procura indaga a carico di ignoti per di omicidio volontario con “dolo eventuale”. In sostanza, chi ha lanciato quella grossa pietra per il magistrato era perfettamente consapevole di poter uccidere. La 62enne al momento dell’accaduto si trovava in auto con altre 4 persone, facenti parte di un gruppo di preghiera. La comitiva stava rincasando, verso le 23.30, da Pontirolo Nuovo (Bergamo) e percorreva la strada provinciale 121 Pobbiano-Cavenago nel comune di Cernusco sul Naviglio.

pamela mastropietro news

Morte Pamela news: seconda autopsia sui suoi resti, ecco cosa è emerso

Festival di Sanremo 2018 nuove proposte seconda serata

Sanremo Nuove Proposte 2018 pagelle seconda serata e classifica: promossi e bocciati della seconda “tornata”