di Michela Becciu in

Cesare Battisti arrestato non teme estradizione in Italia: “Io protetto dall’asilo”


 

Cesare Battisti arrestato news, il suo beffardo commento: “Non temo estradizione in Italia”. L’ex terrorista dichiara di sentirsi “protetto” dallo status di rifugiato politico in Brasile concessogli dall’ex presidente Lula

Cesare Battisti arrestato news

Cesare Battisti arrestato in Brasile ieri, mercoledì 4 ottobre. L’ex terrorista dei Nar è stato fermato nella città brasiliana di Corumbà, sembra stesse cercando di fuggire in Bolivia. Secondo le indiscrezioni emerse sarebbe stato fermato dalla polizia stradale federale durante un normale blitz. Dopo essere stato condannato all’ergastolo in via definitiva per quattro omicidi commessi durante gli anni di piombo, Battisti nel 2010 aveva ottenuto lo status di rifugiato politico in Brasile dall’ex presidente della Repubblica, Luiz Inacio Lula da Silva. Status con cui ora si fa scudo.

Leggi anche: Brasile, Cesare Battisti arrestato: stava cercando di fuggire in Bolivia

Sì, perché proprio in queste ore sono state rese note le sue parole dopo l’arresto. Cesare Battisti avrebbe infatti dichiarato alla polizia federale di “non temere di essere estradato in Italia”, perché si sente “protetto” da un decreto dell’ex presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, che gli aveva concesso un “visto permanente” nel paese sudamericano. Ne ha dato notizia il sito del quotidiano ‘Estadao’.

Il governo italiano di recente aveva chiesto a quello brasiliano di rivedere lo status di rifugiato politico concesso a Battisti, chiedendone l’estradizione; secondo i media locali, inoltre, l’istanza aveva ottenuto il consenso di due ministri del governo di Michel Temer e oggi a Milano il ministro della giustizia Andrea Orlando lo ha confermato“L’Italia è fortemente determinata a far sì che Battisti sconti la pena, e la sconti nel nostro paese. E’ questo un modo per restituire, almeno in parte, quanto è stato tolto al nostro paese e ai familiari delle vittime”. L’estradizione per Orlando è possibile: “Sono stati fatti tutti i passaggi necessari” presso le autorità politiche e giurisdizionali, e alla luce degli accadimenti di ieri ne verranno fatti anche altri, ha precisato Orlando.

Arresto Cesare Battisti, il commento di Matteo Renzi e Giorgia Meloni

I commenti a caldo del segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi, sono arrivati via social: “#Battisti stava fuggendo in Bolivia. L’hanno preso. Adesso le autorità brasiliane lo restituiscano all’Italia, subito. Chiediamo #giustizia”; idem dicasi per quello di Giorgia Meloni (FDI): “Il terrorista comunista Cesare Battisti condannato per quattro omicidi commessi in Italia, è stato arrestato in Brasile mentre tentava di fuggire. Aspettiamo le dichiarazioni di solidarietà da parte dei soliti radical chic che lo hanno sempre difeso e spalleggiato. Ora l’Italia pretenda la sua immediata estradizione e gli faccia scontare la sua pena fino all’ultimo giorno”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook