di Andrea Monaci

Che cos’è il Mercato del Lavoro


 

Tecnicamente il “mercato del lavoro” è l’insieme dei soggetti e degli strumenti che rendono possibile l’incontro tra domanda (aziende) e offerta di lavoro (lavoratori). In Italia il processo che ha portato ad un effettivo libero incontro tra aziende e lavoratori è stato avviato nel 1991, con l’introduzione della libertà di chiamata nominativa, eliminando di fatto il monopolio dei vecchi Uffici di Collocamento.

cos'è il mercato del lavoro

Un mercato del lavoro realmente liberalizzato in Italia si è realizzato soltanto in tempi recentissimi, ed in particolare a seguito dell’approvazione della Legge 30 del 2003,  nota come “Legge Biagi” dal nome del suo ispiratore, il giuslavorista Marco Biagi. Questo importante testo di legge è stato poi reso operativo tramite ormai noto D.Lgs. 276 del 2003.

Fino ad allora, i servizi di mediazione offerti sul mercato del lavoro italiano sono stati caratterizzati dal monopolio pubblico e dalla gratuità, specialmente in favore dei prestatori di lavoro subordinato. Sebbene la regola della gratuità a tuttora resista, anche se solo a favore del lavoratore, negli anni più recenti si è assistito al superamento del monopolio del collocamento pubblico e a una progressiva apertura dei servizi di mediazione a soggetti privati qualificati. In pratica, ora le aziende possono decidere se pagare per ricevere la mediazione di soggetti qualificati anche per il prestito di manodopera.

Questa attività vede protagonisti dal 2003 una varietà di soggetti privati, individuati dalla nuova normativa di riferimento, soggetti al controllo del Ministero del Lavoro che rilascia loro specifica autorizzazione ad operare. A questo scopo, presso il Ministero e sul suo sito web, è disponibile e reso pubblico l’albo elettronico dei soggetti autorizzati ad operare nel mercato del lavoro, catalogati per tipologia. L’elenco è accessibile a tutti e rappresenta uno dei principali strumenti di trasparenza del Mercato del Lavoro italiano.

La tipologia più importante di operatore privato del mercato lavoro è rappresentata dalle agenzie per il lavoro o agenzie di somministrazione. Si tratta di soggetti che possono svolgere attività di somministrazione di lavoro (cioè “invio in missione” di lavoratori alle aziende), intermediazione e ricerca e selezione del personale senza incorrere nel “divieto di interposizione” previsto dal Codice Civile.

In un prossimo articolo su UrbanPost spiegheremo in dettaglio quali sono e che caratteristiche hanno i diversi intermediari del mercato del lavoro in Italia.

Per approfondire: il testo del Libro Bianco sul lavoro di Marco Biagi.

Libro Bianco Biagi

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook