in

Chi è Alfie Evans, il bambino che tiene il mondo con il fiato sospeso: “Acqua e ossigeno per lui”

Alfie Evans, al centro di un’aspra battaglia legale, è un bambino di soli 23 mesi ed è affetto da una malattia neurodegenerativa. Ieri l’Italia gli ha concesso la cittadinanza in un tentativo di trasferirlo al Bambin Gesù. Da dicembre 2016 Alfie Evans è ricoverato all’Alder Hey Children’s Hospital di Liverpool perché affetto da una malattia neuro-degenerativa associata ad una grave forma di epilessia. Quando Alfie è arrivato all’Alder Hey soffriva di convulsioni e di un’infezione del tratto respiratorio. Dal giorno del ricovero ad oggi le sue condizioni sono andate peggiorando in maniera drastica. Dopo un anno e mezzo di cure nella Critical Care Unit i medici dell’equipe che segue Alfie hanno prospettato ai genitori la possibilità di sospendere le cure e i trattamenti che tengono in vita Alfie. Il caso è simile a quello di Charlie Gard, il bambino inglese scomparso solo un anno fa.

Leggi anche: Tutte le news con UrbanPost

Chi è Alfie Evans: staccata la spina, serve acqua e ossigeno

La spina, al piccolo Alfie Evans, è stata staccata ieri sera, lunedì 23 aprile 2018. Ma non si fermano i tentativi messi in campo, da più parti, per salvare Alfie e cercare di trasferirlo in un ospedale italiano, dopo che gli è stata concessa la cittadinanza nel nostro Paese. L’associazione dice di essere “in contatto con la Farnesina e tutta la diplomazia italiana si sta muovendo. Gli avvocati sono tutti al lavoro”. Al bimbo, al momento, non è stato permesso di “venire in Italia perché poteva morire nel viaggio”. A 10 ore dal distacco dal respiratore, Alfie Evans respira da solo. Durante la notte, i genitori lo hanno “aiutato con la respirazione bocca a bocca”. Dopo che gli era stato staccato il respiratore da qualche ora, il bimbo ha avuto una crisi, ma  i medici dell’ospedale si sono rifiutati di dargli l’ossigeno, come prevede il protocollo in corso. “Alfie è stabile, ha un buon colorito e sta vicino alla sua mamma”. Al momento del distacco del respiratore, ieri sera, ci sarebbero stati 30 poliziotti nella stanza del bimbo in ospedale.

Chi è Alfie Evans: rabbia e speranza per i genitori

Mi sono sentito benedetto quando gli hanno confermato acqua e ossigeno”. Alfie “sta ancora respirando da solo, lo ha fatto per 9 ore, ma il suo corpo è ossigenato”. Sono le parole di Thomas Evans, il papà del piccolo di 23 mesi. “Per 9 ore Alfie ha respirato da solo. E’ arrivato un momento in cui Kate”, la mamma, “si è proprio addormentata accanto a lui – ha raccontato stamattina il padre del bambino al programma tv ‘Good Morning Britain’ – Stiamo controllando i suoi livelli. Il suo livello di ossigeno è inferiore a 70 perché sta faticando”. Evans ha anche ripercorso il momento in cui la situazione si è sbloccata: “Mi sono messo a sedere con i medici e ho detto che questo stava diventando un crimine. Affamarlo di cibo e idratazione, potenzialmente di ossigeno. Così mi sono seduto con i dottori. Abbiamo avuto un incontro di circa 40 minuti e hanno detto di sapere che ho ragione e avevo sempre avuto ragione. Non sta nemmeno soffrendo”. “Ad Alfie è stato concesso ossigeno e acqua. E’ incredibile. Non importa cosa succederà, ha già dimostrato che questi dottori si sbagliano”, ha scritto la mamma su Instagram postando anche due foto del bimbo: nella prima riposa fra le braccia di Kate, senza i tubicini per l’ossigeno, nel secondo scatto ha invece le cannule.

Chi è Alfie Evans: Papa Francesco interviene su Twitter

Il Papa è intervenuto nuovamente sulla vicenda di Charlie Evans. In un cinguettio su Twitter di ieri sera, Francesco, che la settimana scorsa ha ricevuto il padre del piccolo in Vaticano e ha chiesto all’ospedale vaticano Bambino Gesù di fare l’impossibile per portare il bimbo in Vaticano, ha scritto: “Commosso per le preghiere e la vasta solidarietà in favore del piccolo Alfie Evans, rinnovo il mio appello perché venga ascoltata la sofferenza dei suoi genitori e venga esaudito il loro desiderio di tentare nuove possibilità di trattamento”.

ue task force cultura franceschini

Governo news: la posizione del PD, da Renzi a Calenda passando per Franceschini e Martina

Noemi Durini news perizia Ris: nessuna traccia di Lucio nel luogo del delitto