in

Chi è Enzo Moavero Milanesi, biografia e curriculum vitae del Ministro degli Esteri: il “Letta di Monti”

Chi è Enzo Moavero Milanesi, il nuovo ministro degli Esteri scelto da Luigi Di Maio e Matteo Salvini durante il vertice fiume di oggi, 31 maggio 2018? Un passato già importante in politica, all’interno dell’esecutivo Amato prima e Monti poi. Definito, nel 2011, da Il Sole 24 Ore come “il Letta di Monti”. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo profilo ben conosciuto in Italia con maggiori informazioni per quanto concerne biografia, carriera politica e curriculum vitae.

Leggi anche: Chi è il Professor Giovanni Tria

@Fonte TG La7

Enzo Moavero Milanesi biografia e formazione culturale

Chi è Enzo Moavero Milanesi? La sua famiglia discende da Ferdinando Bocconi, fondatore dell’università milanese intitolata al figlio Luigi, è originario di Cavenago d’Adda, in Provincia di Lodi. Nel 1977 si è laureato con lode in giurisprudenza presso l’università degli Studi di Roma “La Sapienza”. In seguito, ha proseguito i suoi studi in Belgio al Collegio d’Europa di Bruges, dove si è specializzato in diritto comunitario. Nel 1983 ha frequentato un corso di diritto internazionale all’Università del Texas di Dallas. Dal 1977 al 1979 ha prestato servizio di leva nella Guardia di Finanza con il grado di sottotenente, ricevendo un encomio solenne nel corso della sua carriera militare. È stato professore incaricato di diritto comunitario presso l’Università La Sapienza e la LUISS dal 1993 al 1996. In seguito, dal 1996 al 2000, ha insegnato presso l’Università commerciale Luigi Bocconi di Milano e dal 2002 al 2006 è tornato alla Sapienza. Attualmente è professore di Diritto dell’Unione Europea presso la School of Government dell’università LUISS.

Leggi anche: Enzo Moavero Milanesi, il curriculum vitae 

Enzo Moavero Milanesi e gli incarichi governativi

Ha ottenuto il suo primo incarico governativo nella XI Legislatura nel primo Governo Amato, nel quale si è occupato di risanamento degli enti pubblici. In seguito, nel 1994, Carlo Azeglio Ciampi lo ha nominato sottosegretario agli Affari europei. Dal 1995 al 2000 è stato scelto quale capo gabinetto da Mario Monti, al tempo commissario europeo, prima al mercato interno e poi alla concorrenza. Dal 2002 al 2005 è stato vice segretario generale della Commissione europea.

Enzo Moavero Milanesi è il “Letta di Monti”

Da sempre molto vicino a Mario Monti, viene nominato ministro per gli Affari Europei nel suo governo prestando giuramento il 16 novembre 2011. Le cronache raccontano che arrivato nel suo ufficio ha rifiutato una scrivania che sarebbe appartenuta a Benito Mussolini: “Sono antifascista, non la voglio”. Candidatosi alle Elezioni politiche italiane del 2013 nella lista Con Monti per l’Italia nel Lazio per il Senato, non viene eletto. Il 30 marzo 2013, a seguito delle infruttuose consultazioni per la formazione di un governo, è stato chiamato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a far parte del gruppo ristretto che ha lo scopo di avanzare proposte programmatiche in materia economico-sociale ed europea. Il 28 aprile 2013, dopo esser stato Ministro per gli Affari Europei nel precedente Governo Monti viene riconfermato nello stesso ministero anche nel nuovo governo guidato da Enrico Letta. È uno dei due ex ministri del Governo Monti presenti nel Governo Letta, e di questi l’unico ad essere riconfermato nel suo incarico precedente. Nel 2017 dopo l’esperienza nei governi Monti e Letta, viene nominato dal Presidente Gentiloni consigliere del premier per la promozione della dislocazione a Milano della sede dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA), già situata a Londra.

 

Chi è il professor Giovanni Tria: curriculum, biografia e pensiero economico del ‘ministro’ del Tesoro

Elisa Isoardi e Matteo Salvini ultime notizie

Matteo Salvini: Elisa Isoardi non si contiene e viene criticata per una dedica social al suo amore