in

Chi è Giampiero Massolo, il possibile Premier “terzo” che piace a Lega e M5S: biografia e carriera politica

Continua il toto-Premier per un nome terzo che venga fuori dalla Trattativa Lega – Movimento 5 Stelle. L’ultimo nome è quello di Giampiero Massolo, 64 anni, nato a Varsavia, diplomatico che rischiò di diventare ministro nel governo Monti (gli fu preferito Giulio Terzi di Sant’Agata) e adesso potrebbe diventare presidente del Consiglio se prenderà corpo il governo Lega-M5S. A darne notizia è Il Corriere della Sera che cita anche un pensiero di Francesco Cossiga: lo chiamava il “fascio-comunista” per la grande capacità di mantenere buoni rapporti a destra, a sinistra e al centro. Ma andiamo a scoprire chi è Giampiero Massolo, una figura quasi “democristiana”, con un passato alla Fiat e presidente di Fincantieri.

Leggi anche: Tutte le news sul Governo 2018 con UrbanPost

Chi è Giampiero Massolo biografia

Giampiero Massolo si è laureato in Scienze Politiche (indirizzo politico-internazionale) nel 1976 presso l’Università “Pro Deo” di Roma (poi denominata LUISS),è entrato nella carriera diplomatica nel 1978. Dal 1980 al 1982 all’Ambasciata presso la Santa Sede, dal 1982 al 1985 all’ambasciata a Mosca come primo segretario, dal 1985 al 1988 alla Rappresentanza permanente presso l’Unione europea a Bruxelles. Dopo queste esperienze all’estero, inizia un lungo periodo in Italia. Dal 1990 è presso l’ufficio diplomatico del Presidente del Consiglio dei ministri, di cui nel 1993 diviene Consigliere diplomatico aggiunto. Nel 1994 è Capo della Segreteria particolare del Presidente del Consiglio dei ministri nel primo governo Berlusconi, e nel 1996 Capo dell’ufficio stampa del Ministero degli Affari Esteri.

Chi è Giampiero Massolo: gli incarichi politici

Giampiero Massolo dal 2000 al 2004 è vicesegretario generale del Ministero degli Affari Esteri, e dopo un breve periodo come direttore generale degli affari politici, sempre nel 2004, diviene capo di gabinetto del Ministero degli Affari Esteri fino al 2006, quando assume l’incarico di Direttore generale del Personale. Nel 2006 viene nominato Ambasciatore di rango e nel 2007 viene nominato Segretario generale del Ministero degli affari esteri, funzionario più alto in grado nella struttura amministrativa ministeriale. È stato inoltre “sherpa” italiano nel Summit G8 de L’Aquila del 2009. L’11 maggio 2012 il Comitato Interministeriale per la sicurezza della Repubblica nomina Giampiero Massolo direttore del Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza in sostituzione di Gianni De Gennaro, nominato a sua volta sottosegretario.Dopo aver lasciato l’incarico il 29 aprile 2016, il 22 novembre viene eletto presidente dell’Istituto per gli studi di politica internazionale (ISPI) a decorrere dal 1º gennaio 2017.

Giampiero Massolo e il passato con Giulio Andreotti

Giampiero Massolo, dunque, arrivò a Palazzo Chigi nel 1990 nell’ufficio diplomatico con Giulio Andreotti presidente del Consiglio, tre anni dopo era consigliere diplomatico di Lamberto Dini e subito dopo, con Silvio Berlusconi premier, fu nominato capo della segreteria particolare del capo del governo. Fino a diventare, dopo una serie di altri incarichi, prima ambasciatore di rango e poi segretario generale della Farnesina durante il secondo governo Prodi, quando il dominus degli affari esteri era Massimo D’Alema.

Governo news Lega – M5S, Maurizio Martina su Facebook attacca Renzi: “Pop-corn e guardare? Non scherziamo”

Un Posto al Sole puntata 5000: storico traguardo per la soap-opera di RaiTre