in

Chi è Tiziana Claudia Aranzulla, biografia e cv della cardiologa italiana tra le 10 migliori al mondo

Tra le dieci migliori cardiologhe del mondo c’è un’italiana. Il suo nome è Tiziana Claudia Aranzulla; lavora all’ospedale Mauriziano di Torino ed è stata selezionata durante il convegno internazionale Complex Cardiovascular Catheter Therapeutic, che si è svolto in Florida per celebrare il contributo delle donne in Cardiologia Interventistica, una branca complessa e impegnativa, ritenuta, per tradizione, maschile. La dottoressa Aranzulla, classe 1976, da dieci anni al Mauriziano, è stata selezionata per partecipare al premio, e nella relazione che ha presentato alla commissione ha trattato il tema delle tortuosità coronariche delle donne portando un caso di angioplastica su una paziente ultraottantenne.

Tiziana Claudia Aranzulla biografia e cv

In una lunga intervista concessa a Vanity Fair, la cardiologa italiana si racconta a ‘cuore’ aperto: «È un lavoro pesante, che condiziona la vita e impone scelte rigide. I cardiologi interventisti subiscono l’esposizione radiologica, perché nonostante i sistemi di protezione, sono vicini alla fonte della radiazione, operando vicino al paziente. Inoltre, bisogna essere a disposizione durante i weekend, di notte, ogni volta che si è reperibili». Dopo questo traguardo Tiziana Claudia Aranzulla è tornata: «Piena di nuovi stimoli e allegria. Ma non considero questo riconoscimento un traguardo. È piuttosto uno sprono a fare ancora di più, e ancora meglio. I veri traguardi, per me, sono quelli di tutti i giorni. Quando finisci una procedura complessa e va tutto bene, quando i pazienti ti incontrano nei corridoi e ti salutano come se tu fossi la persona più importante della loro vita, quando ti arriva a Natale un messaggino di qualcuno che ti dice che non ti dimenticherà mai, quando i pensionati mi raccontano che, quando passano davanti all’ingresso dell’ospedale, mi mandano un saluto augurandomi buon lavoro».

Tiziana Claudia Aranzulla e la dedica speciale

Il premio ricevuto dalla cardiologa è tra i riconoscimenti più importanti che un professionista possa ricevere. E la dedica è del tutto speciale: «A mia mamma, che non c’è più: è mancata per un problema cardiologico e io ho deciso di fare questo lavoro dopo che lei se ne è andata. Questo riconoscimento è tutto per lei».

Salerno, cacciati dalla discoteca tentano di investire con l’auto i clienti fuori dal locale

beppe grillo sindaco Londra

Beppe Grillo contro l’omeopatia: la dichiarazione che ‘sorprende’ tutti, ecco perché