UrbanPost

UrbanPost » News » Chi era Pietro Mennea, storia e biografia

Chi era Pietro Mennea, storia e biografia

Postato il da Luigi Storti

La notizia della scomparsa di Pietro Mennea ha lasciato di stucco tutti gli sportivi italiani, ma non solo. Il più grande velocista italiano di tutti i tempi. Oro olimpico a Mosca nel 1980. Icona dell’atletica azzurra ma anche persona umile e disponibile allo stesso tempo.

mennea

Aveva solo 60 anni l’atleta italiano più famoso al mondo, Pietro Mennea. Quei 19” e 72  fatti registrare in un pomeriggio torrido a Città del Messico nel 1979 sono ancora scolpiti nella memoria di tutti gli italiani. Era giovanissimo, poi,  quando gli fu appesa al collo la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Mosca del 1980, quando si impose con il tempo di 20″ e 19. Veniva dal Sud, dalla Puglia. Incredulo ed emozionato sul podio.

pietro mennea

Sempre disponibile nei confronti delle nuove generazioni, mai una parola fuori luogo. Umile. Questo era Pietro per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Le sue gambe correvano come il vento, i suoi piedi sempre ben fissi a terra quando qualcuno cercava di distogliere l’attenzione dal suo essere classico ragazzo di provincia dedito alla famiglia e al sacrificio.

Non solo atleta, Mennea era anche avvocato. Nato all’interno di una modesta famiglia di Barletta nel 1952, conclude gli studi di ragioneria e si laurea in Giurisprudenza. Passerranno alla storia, le sue sfide in velocità ad Porsche ed ad una Alfa Romeo 1750 rossa. Sui 50 metri batteva l’una ed anche l’altra guadagnondosi 500 lire per pagarsi cinema e panino.

Dopo gli studi ed i successi olimpici è stato anche docente di Legislazione europea delle attività motorie e sportive presso l’Università di Chieti e Pescara.

Il suo impegno anche nel sociale lo ha portato, nei primi anni del 2000, a mettere in piedi la sua Fondazione, una Onlus con lo scopo primario di carattere filantropico, che aveva e ha come principale obiettivo quello di reperire fondi per promuovere le attività sportive in modo da garantire un sostegno economico-sociale  alle nuove leve. Iniziativa che ha coinvolto anche la moglie Manuela Olivieri.

Ultimo riconoscimento nel 2012, quando gli è stata dedicata, in occasione dei Giochi Olimpici, una stazione della metropolitana di Londra. Fino a giungere al 21 marzo del 2013. Una brutta malattia lo porta via ai suoi cari, agli amici ed a tutto il popolo italiano.

Leggi anche –> E’ morto Pietro Mennea di Fabrizio Pucci

menneaasa

Leggi anche

Luigi Storti

Laureato in Economia Aziendale con Master in Corporate Finance presso la Business School de "Il Sole 24 Ore", ricopre il...

Commenta via Facebook

Social