di M.B. Michela in ,

Chiaiano: tre ragazzi aggrediti da baby gang fuori dalla metro, asportata milza a 15enne


 

Chiaiano: tre ragazzi aggrediti da baby gang fuori dalla metro, asportata milza a 15enne. Una quindicina i bulli responsabili del feroce pestaggio

14ENNE PERDE MILZA PER PESTAGGIO A NAPOLI

Napoli: tre minorenni sono stati aggrediti all’uscita della Metro di Chiaiano da una babygang, uno di loro è stato massacrato di botte a tal punto che una volta giunto in ospedale i medici lo hanno operato d’urgenza per asportagli la milza.

Una baby gang sarebbe la responsabile del feroce pestaggio, avvenuto secondo quanto  ricostruito dai Carabinieri, intorno alle 18:30 alla stazione della Metro, da dove i ragazzini, tre cugini sui 14-15 anni, erano appena usciti. Una quindicina i bulli entrati in azione, che avrebbero aggredito le povere vittime senza un motivo. Il giovane che ha perso la milza è stato colto all’improvviso e malmenato dal gruppo di malviventi, mentre i due cugini sono riusciti a scappare e rifugiarsi in un bar. Il ragazzo martoriato dalle botte è stato poi trasportato d’urgenza all’ospedale San Giuliano di Giugliano dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Il 14enne si trova in rianimazione. Ha preso in pochi secondi calci e pugni senza un motivo; terrore e violenza allo stato puro, un inferno durato pochi ma interminabili secondi.

Potrebbe interessarti anche: Omicidio Noemi Durini news Quarto Grado: la confessione sconvolgente del fidanzato

Nel pestaggio gli è stata perforata la milza, per questo i medici per salvargli la vita hanno deciso di asportargli l’organo. Aperta un’inchiesta: delle indagini si stanno occupando gli agenti del Commissariato di polizia di Giugliano in concerto con i colleghi del Commissariato di Chiaiano. Al vaglio degli inquirenti le immagini delle telecamere di videosorveglianza da cui potrebbero emergere indizi importanti per risalire ai responsabili della aggressione.

Il cugino della vittima ha raccontato ai medici, nella sala d’attesa del pronto soccorso: “Abbiamo chiesto aiuto, ma nessuno ha fatto nulla. Ci hanno detto di chiamare i carabinieri e la polizia e l’abbiamo fatto”. Ancora sotto shock per quanto accaduto, ha ribadito che il pestaggio è avvenuto senza un motivo, la gang di coetanei inferociti è piombata su di loro accanendosi su suo cugino, senza un perché: “Lo hanno picchiato senza motivo e noi non siamo riusciti a fare nulla, erano una quindicina di ragazzi, nel bar ci hanno detto che stanno sempre lì in zona”. Possibile dunque che i carabinieri sentendo a sommarie informazioni i residenti della zona in cui è avvenuto il pestaggio possano acquisire informazioni importanti per identificare gli aggressori.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook