di Andrea Monaci in ,

Chiama i genitori dall’India per farsi aiutare a segregare e picchiare la moglie disobbediente


 

Un’assurda storia di violenza domestica arriva dalla Florida. Protagonista un 33enne indiano ed i suoi famigliari, giunti addirittura dall’India per “raddrizzare” la nuora, segregata e picchiata brutalmente

L’assurda storia raccontata dal Daily Mail arriva dagli Stati Uniti. I genitori di un uomo di 33 anni sono volati in Florida dalla loro nativa India per aiutare il figlio a “picchiare” la moglie disobbediente. L’hanno confessato loro stessi alla Polizia, ottenendo per risposta l’arresto immediato.

Devbir Kalsi, 33 anni, e i suoi genitori, Jasbir di 67 e Bhupinder Kalsi di 61 anni, sono stati  infatti arrestati dopo che la moglie di Devbir, Silky Gaind, anch’essa di 33 anni, è stata trovata malmenata e rinchiusa contro la sua volontà nella casa di Riverview dove viveva col marito. I tre sono stati arrestati perché la donna è riuscita a mettersi in contatto con i propri genitori i India, per dire loro che era stata picchiata dal marito e dai familiari di lui.

Le Storie di UrbanPost

Quando gli agenti della polizia della contea di Hillsborough sono arrivati al domicilio della coppia, hanno trovato la porta bloccata da Kalsi e hanno sentito la vittima urlare dentro la casa “aiuto polizia, salvate me e mio figlio”, ha riferito l’ufficio dello Sceriffo della contea. Gli agenti hanno poi fatto irruzione arrestando Kalsi e i suoi genitori.

I genitori del 33enne indiano, anch’essi arrestati

Tutto è iniziato venerdì scorso, quando Devbir Kalsi e sua moglie si sono messi a discutere. Il rapporto di arresto degli agenti della contea di Hillsborough afferma che Kalsi colpì la moglie “ripetutamente e con forza” e quando Gaind tentò di difendersi anche i genitori dell’uomo l’avevano colpita procurandole ferite sul viso, sul collo e sul tronco. Anche la figlia di Gaind, che era in braccio durante l’attacco, è stata colpita in faccia. Kalsi secondo il racconto degli agenti teneva un coltello da cucina vicino alla gola della moglie minacciando di pugnalarla.

«Terribile, nessuno dovrebbe subire una cosa del genere», ha detto un vicino della coppia all’emittente Fox 13. «È veramente straziante. C’è un bambino appena nato… Ma chi può arrivare a picchiare la moglie e farsi aiutare addirittura da padre e mare? Chi può essere così folle da arrivare a tanto?». Devbir, Jasbir  e Kalsi dovranno affrontare le accuse di sequestro di persona, abusi sui minori e resistenza a forza pubblica, avendo negato l’accesso al 911, dice il Tampa Bay Times. Devbir Kalsi potrebbe anche affrontare l’accusa di percosse aggravate dalla minaccia dell’uso di un’arma mortale, così come i suoi genitori.

 

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook