di Elisa Genua in , ,

Ciagate, nuovo aggiornamento iOS smentisce le vulnerabilità dell’ultimo s.o. sfornato Apple


 

Dopo le polemiche scoppiate in seguito alle rivelazioni di WikiLeaks sul cosiddetto ‘ciagate’ si parla di iOS, il sistema operativo supportato da iPhone e iPad. Ecco perché non presenta vulnerabilità

cybersecurity

Un nuovo update ripristina l’ordine in casa Apple. La notizia viene data con una nota rilasciata proprio dal colosso americano: le vulnerabilità su iOS per iPhone e tablet, emerse in concomitanza con lo scandalo Cia rivelato da Wikileaks, sono state eliminate grazie all’- ultimo aggiornamento – del sistema operativo. Cupertino sta tuttora lavorando per garantire maggior sicurezza sui dispositivi del marchio e afferma di essere “profondamente impegnata” per far sì che la privacy non venga compromessa né ora, né in futuro.

>>> Seguici anche su Facebook, metti MI PIACE su UrbanPost Tech <<<

Le parole usate nei numerosi tweet da WikiLeaks non sono piaciuti particolarmente al produttore americano che ha risposto rassicurando i suoi clienti – molti dei problemi trapelati sono stati già riparati nell’ultimo iOS […] stiamo costantemente al lavoro per far sì che rimanga tale“. Apple starebbe perfezionando dopo un’attenta “analisi iniziale“, i problemi presenti su iOS 10.

Dopo il cosiddetto ‘datagate’ che aveva coinvolto pochi mesi fa anche i leader europei tra cui anche la cancelliera Angela Merkel, oltreoceano scoppia un’ulteriore scandalo molto più esteso legato alla privacy, quello emerso con le ultime rivelazioni di WikiLeaks. Se davvero i nuovi malware in possesso della CIA sono in grado di “infestare le smart tv trasformandole in microfoni“, la sicurezza online sta diventando una questione delicata anche per persone professionalmente meno esposte di politici e giornalisti? Qui un approfondimento sul ‘ciagate’.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanTech

Leggi anche

Commenta via Facebook

Parliamo di...