di M.B. Michela in ,

Cirò Marina Antonella Lettieri, arrestato il vicino di casa: i due avevano una relazione segreta? Indiscrezioni


 

Cirò Marina Antonella Lettieri, arrestato il vicino di casa: i due avevano una relazione segreta? Nuove indiscrezioni sull’efferato omicidio della commessa 42enne

omicidio ciro marina news

Antonella Lettieri uccisa dal vicino di casa Salvatore Fuscaldo?

Antonella Lettieri è stata uccisa la sera dell’8 marzo nella sua casa a Cirò Marina, vicino Crotone. Per la Procura, che giovedì notte ne ha ordinato l’arresto immediato, a commettere questo barbaro delitto sarebbe stato Salvatore Fuscaldo, bracciante agricolo 50enne vicino di casa della vittima e marito della sua migliore amica Caterina. Dodici coltellate all’addome e alle braccia, e una ventina di violenti colpi alla testa e al viso, inferti con un oggetto contundente che al momento non si trova. Questa la trisite fine toccata alla commessa 42enne.

L’uomo davanti al pm non ha proferito parola: si è avvalso della facoltà di non rispondere sia nell’immediatezza dei fatti, sia poco prima dell’arresto. Ad inchiodarlo ci sarebbero diversi gravi elementi indiziari a suo carico: il sangue di Antonella Lettieri sul volante e sul sedile della sua auto, e su alcuni suoi indumenti sequestrati dagli inquirenti. Salvatore Fuscaldo però potrebbe non avere agito da solo: anche la moglie Caterina è stata iscritta nel registro degli indagati.

La donna, interpellata da Simone Toscato per Quarto Grado, si è mostrata afflitta, ha detto di non sapere niente di questa vicenda e ha chiesto che venga fatta presto giustizia. Le sue parole però giungevano prima che il marito venisse arrestato: dopo che la folla fuori dalla caserma ha tentato di linciarlo, la donna e i figli sono stati trasferiti in una località segreta, visti i rischi per la loro incolumità. Ancora non è chiaro quale potrebbe essere il coinvolgimento della donna nella vicenda omicidiaria, anche perché come il marito si è avvalsa della facoltà di non rispondere quando è stata interrogata.

Caterina moglie di Fuscaldo:

 

Il movente del delitto: economico o passionale? Le indiscrezioni

Mistero assoluto sul movente dell’omicidio, e solo pochi elementi concreti per ora in mano agli inquirenti. L’ipotesi del movente economico fa leva sulla possibilità che la vittima, che pare fosse molto parsimoniosa, avesse prestato del denaro a Fuscaldo, anche se nella casa della Lettieri, messa a soqquadro dall’assassino forse per inscenare una rapina e depistare, sono stati trovati mille euro in contanti che lei custodiva in un cassetto.

>>> Omicidio Antonella Lettieri, chi è il presunto assassino: sconvolgenti immagini della folla che tenta di linciarlo (FOTO) <<<

Più ‘corposa’ l’ipotesi del delitto passionale: sembra che dai tabulati telefonici siano emersi frequenti contatti tra la vittima e il presunto assassino. Come trapelato a Quarto Grado, tuttavia, non è escluso che il cellulare di Fuscaldo fosse utilizzato anche dalla moglie Caterina per chiamare l’amica. Sempre secondo quella che al momento è solo una indiscrezione giornalistica, il 50enne arrestato si sarebbe invaghito di Antonella, e andava ogni giorno a trovarla al supermercato del cognato presso il quale la 42enne lavorava, anche senza avere la reale necessità di fare acquisti. Fuscaldo era attratto da lei? Diversi testimoni (che hanno scelto di rimanere anonimi) hanno dichiarato ai microfoni di Simone Tosano che tra i due ci sarebbe stata una relazione sentimentale segreta, che Fuscaldo non andasse d’accordo con la moglie Caterina e che la coppia vivesse separata in casa. Tutte indiscrezioni che le quattro sorelle della vittima dichiarano di non conoscere: Salvatore Fuscaldo veniva loro descritto da Antonella come un caro amico, marito della sua vicina di casa Caterina, nonché amica del cuore.

Delitto Cirò Marina: il terzo indagato è il corteggiatore di Antonella Lettieri

Il terzo indagato per l’omicidio di Antonella Lettieri è Francesco Manfredi, 40enne suo corteggiatore e amico di vecchia data. Un atto dovuto da parte della Procura, giacché l’uomo ha avuto contatti con Antonella il 7 marzo, giorno del suo compleanno, in occasione del quale le aveva regalato dei fiori.

Francesco è apparso affranto ai microfoni di Quarto Grado, e ha confermato di nutrire un sincero sentimento per la ragazza uccisa. Si è detto incredulo e ancora sconvolto per quanto accaduto. L’uomo avrebbe un alibi di ferro per la sera del delitto, e anche le sorelle di Antonella confermano di essere state a conoscenza del fatto che i due stessero iniziando a frequentarsi. Antonella Lettieri aveva però qualche remora e non era tanto sicura di voler far diventare la loro una storia ‘ufficiale’ perché Francesco Manfredi, seppur un bravo ragazzo, non aveva un lavoro e a suo dire non era in grado di darle sicurezza, né di mettere le basi per costruire una famiglia, desiderio della 42enne uccisa.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook