di Antonio Paviglianiti in

Concorsi pubblici ottobre 2017: 300 posti per notaio, requisiti, domanda, scadenze


 

Concorsi pubblici ottobre 2017 notaio: 300 posti, il bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Ecco come presentare domanda, requisiti, prove e scadenze

Concorsi pubblici ottobre 2017, come riportato dalla  Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 77 del 10-10-2017, è stato  indetto un concorso per 300 posti di notaio presso il Ministero della Giustizia. La scadenza per produrre domanda di partecipazione è il giorno 9 novembre 2017. Ma cosa dobbiamo sapere su requisiti, domande, graduatorie, date delle prove? Ecco tutte le info utili.

>>> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST <<<

Concorsi pubblici notaio: quali requisiti?

Quali sono i requisiti per poter avere accesso al concorso pubblico indetto dal Ministero della Giustizia per il ruolo di notaio?

  • Per essere ammessi al concorso, gli aspiranti devono essere in possesso, alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda, dei requisiti stabiliti dall’art. 5, numeri 1), 2), 3), 4) e
    5), della legge 16 febbraio 1913, n. 89, e successive modificazioni, e non devono aver compiuto gli anni cinquanta alla data del presente decreto.
  • E’ altresi’ necessario che, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, gli aspiranti non siano stati dichiarati non idonei in tre precedenti concorsi per esami a posti di notaio, banditi successivamente all’entrata in vigore della legge 18 giugno 2009, n. 69. Equivalgono a dichiarazione di inidoneita’ l’espulsione del candidato dopo la dettatura del tema e l’annullamento di una prova da parte della commissione.

Come presentare la domanda per il concorso di notaio

Ma come presentare la domanda per avere accesso al concorso pubblico di notaio indetto dal Ministero della Giustizia? Ecco l’iter da seguire:

  • La domanda di ammissione al concorso – corredata di marca da bollo del valore di euro 16,00, ai sensi dell’art. 1 della legge 25 maggio 1970, n. 358 – deve essere presentata o spedita al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente in relazione al luogo di residenza dell’aspirante, previa compilazione della domanda
    telematica di cui al successivo comma 4, entro il termine perentorio di giorni trenta decorrenti dalla pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».
  • La domanda telematica di partecipazione al concorso deve essere redatta compilando l’apposito modulo, disponibile sul sito internet del Ministero della giustizia, «www.giustizia.it», alla voce «Strumenti/Concorsi, esami, selezioni e assunzioni».
  • Dopo il completamento della procedura di inserimento dei dati e l’invio del modulo, il sistema informatico comunica l’avvenuta ricezione della domanda di partecipazione, fornendo un file (ricevuta
    in formato .pdf) che contiene il codice identificativo – comprensivo del codice a barre – attribuito dal sistema; tale codice deve essere stampato e conservato a cura del candidato, nonche’ esibito per facilitare le procedure di identificazione per la partecipazione alle prove scritte.

Cosa indicare nella domanda di concorso per notaio 2017:

Ecco cosa indicare nella domanda di concorso per notaio 2017:

  • a) il proprio cognome e nome;
    b) la data e il luogo di nascita;
    c) il codice fiscale;
    d) il luogo di residenza (comune, provincia, indirizzo e
    c.a.p.);
    e) i numeri telefonici di reperibilita’;
    f) l’indirizzo completo di recapito, inteso come luogo ove
    desiderano ricevere eventuali comunicazioni relative al concorso, ove
    diverso da quello di residenza;
    g) il possesso della cittadinanza italiana o di un altro Stato
    membro dell’Unione europea;
    h) il comune nella cui lista elettorale sono iscritti, ovvero i
    motivi della non iscrizione o della cancellazione dalla lista
    medesima;
    i) di non aver riportato condanne penali;
    j) l’inesistenza di sentenze di fallimento, interdizione o
    inabilitazione pronunciate nei propri confronti;
    k) il possesso del diploma di laurea in giurisprudenza o della
    laurea specialistica o magistrale in giurisprudenza, rilasciato o
    confermato da una universita’ italiana, con l’esatta menzione della
    data e dell’universita’ in cui il titolo e’ stato conseguito, oppure
    il possesso di un titolo riconosciuto equipollente ai sensi della
    legge 11 luglio 2002, n. 148;
    l) il compimento, entro il termine utile per la presentazione
    della domanda di ammissione al concorso, della prescritta pratica
    notarile, con l’indicazione del relativo periodo e del consiglio
    notarile nella cui circoscrizione la pratica stessa e’ stata
    effettuata, nonche’ del titolo giustificativo della eventuale pratica
    notarile ridotta, ovvero il conseguimento della idoneita’ in un
    concorso per esame per la nomina a notaio, precisandone gli estremi;
    m) l’inesistenza di difetti che importino inidoneita’
    all’esercizio delle funzioni notarili;
    n) se, nel caso in cui siano portatori di handicap, abbiano
    l’esigenza – ai sensi degli articoli 4 e 20 della legge 5 febbraio
    1992, n. 104 – di essere assistiti durante le prove scritte,
    indicando, in caso affermativo, l’ausilio necessario in relazione al
    proprio handicap, nonche’ l’eventuale necessita’ di tempi aggiuntivi;
    o) gli eventuali titoli di preferenza di cui all’art. 5 del
    decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487,
    posseduti non oltre la data di scadenza di presentazione delle
    domande di partecipazione al concorso.

>>> IL BANDO COMPLETO CONCORSO NOTAIO 2017 <<<

Prove di concorso notaio 2017: esami e date

Quali sono le prove di concorso per aver accesso a uno dei trecento posti indetti per Notaio dal Ministero della Giustizia?

  • L’esame scritto consta di tre distinte prove teorico-pratiche, riguardanti un atto di ultima volonta’ e due atti tra vivi, di cui uno di diritto commerciale. In ciascun tema sono richiesti la compilazione dell’atto e lo svolgimento dei principi attinenti agli istituti giuridici relativi all’atto stesso.
  • L’esame orale consta di tre distinte prove sui seguenti gruppi di materie:
    a) diritto civile, commerciale e volontaria giurisdizione, con
    particolare riguardo agli istituti giuridici in rapporto ai quali si
    esplica l’ufficio di notaio;
    b) disposizioni sull’ordinamento del notariato e degli archivi
    notarili;
    c) disposizioni concernenti i tributi sugli affari.

Data prove di concorso notaio 2017

Quali saranno le date? Ecco quanto emerso dal bando ufficiale per il concorso di notaio indetto dal Ministero della Giustizia:

  • I candidati ai quali non sia stata comunicata l’esclusione dal concorso sono tenuti a presentarsi, a pena di decadenza, per sostenere le prove scritte, nel luogo, giorno ed ora di inizio delle stesse, secondo quanto sara’ indicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» – del 19 gennaio
    2018.

Punteggi concorso notaio 2017

Infine, importante evidenziare chi avrà accesso alle prove orali e quale sarà il punteggio minimo da dover registrare nelle prove scritte per poter proseguire il concorso notaio 2017:

  •  Sono ammessi alle prove orali soltanto i concorrenti giudicati idonei dalla commissione esaminatrice all’esito della lettura dei tre elaborati scritti. Il giudizio di idoneita’ comporta l’attribuzione del voto minimo di trentacinque punti per ciascuna delle tre prove scritte.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook