in

Concorso Agenzia delle Entrate 2018: date test e cosa studiare per prepararsi al meglio (GUIDA UTILE)

Concorso Agenzia delle Entrate 2018. In palio 650 assunzioni all’Agenzia delle Entrate. Sono state pubblicate le modalità di partecipazione ai concorsi per assumere a tempo indeterminato 510 funzionari tributari, 120 funzionari tecnici – di cui 2 assunti con un bando ad hoc per la Valle d’Aosta – e 20 esperti statistico-economici. Le selezioni pubbliche riguardano nello specifico 510 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario, per attività amministrativo-tributaria; 118 unità – sempre terza area funzionale, fascia retributiva F1 – profilo professionale funzionario tecnico, più due da destinare agli uffici dell’Agenzia delle Entrate situati in Valle d’Aosta; infine, 20 unità – terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario – per attività di esperto nelle analisi statistico-economiche presso le strutture centrali dell’Agenzia. Sono state pubblicate le date del test per il concorso Agenzia delle Entrate 2018. 

Concorso Agenzia delle Entrate 2018: date test

Pubblicate le date del concorso per 140 posti a tempo indeterminato all’Agenzia delle Entrate. In relazione al bando dedicato al profilo professionale funzionario alla terza area funzionale, fascia retributiva F1, sono stati messi on line il diario e la sede di svolgimento delle prove di selezione per 118 funzionari tecnici (LEGGI), 20 funzionari per attività di esperto nelle analisi statistico-economiche presso le strutture centrali dell’Agenzia (LEGGI) e altre 2 unità di funzionario tecnico da destinare agli uffici della Valle d’Aosta (LEGGI).

Concorso Agenzia delle Entrate 2018: documenti da portare

I candidati – che, a pena di esclusione, devono portare un documento d’identità valido – “dovranno presentarsi presso la suddetta sede nel giorno e nell’orario indicati e dovranno consegnare all’atto dell’identificazione la stampa della domanda di partecipazione on line debitamente firmata”. Inoltre, ricorda l’Agenzia, “non potranno essere ammessi alla prova in un giorno e in un orario diversi da quelli ad essi assegnati in relazione alla propria posizione alfabetica. La mancata presentazione nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti per sostenere la prova d’esame sarà considerata rinuncia e determinerà l’esclusione dalla procedura”.

Concorso Agenzia delle Entrate 2018: cosa studiare?

La prima prova consiste in una serie di quesiti di logica a risposta multipla. Questa è valutata in trentesimi e saranno ammessi alla prova successiva solo quelli con punteggio minimo di 24/30 rientrano in graduatoria nel limite massimo di cinque volte il numero dei posti per i quali concorrono. La seconda prova scritta consiste in una serie di quiz a risposta multipla per accertare la conoscenza delle seguenti materie: diritto tributario; diritto civile e commerciale; diritto amministrativo; elementi di diritto penale; contabilità aziendale; organizzazione e gestione aziendale; scienza delle finanze; elementi di statistica. I candidati che otterranno alla seconda prova scritta un punteggio minimo di 24/30 accederanno al tirocinio teorico pratico di 6 mesi e infine ad un colloquio orale sulle seguenti materie: diritto tributario;  diritto civile e commerciale; elementi di diritto penale; contabilità aziendale.

rottamazione cartelle esattoriali

Pensioni 2018 quattordicesima

Pensioni 2018 quattordicesima: quando avviene l’accredito? Ecco requisiti per averne diritto e importo (GUIDA COMPLETA)

Belen Instagram aduta

Belen Rodriguez numero di cellulare: a Balalika si realizza il sogno degli italiani