di Sabina Schiavon in , ,

Concorso Banca d’Italia 2017, bando per 45 tecnici informatici: ecco come candidarsi


 

Nuovo concorso indetto dalla Banca d’Italia: è stato pubblicato il bando per 45 tecnici informatici

concorso banca d'italia 2017

Nuovo concorso dalla Banca d’Italia in questo 2017. Dopo quello per vice-assistenti, infatti, l’organo governativo ha ora pubblicato il bando per la ricerca di 45 tecnici informatici. In questo articolo vi spiegheremo quindi come candidarvi e quali sono i requisiti necessari per sottoporre la vostra candidatura.

==> CONCORSO MINISTERO INTERNO 2017: BANDO PER 50 PREFETTI

Siete tecnici specializzati nell’Information and Communication Technology (ICT)? Il nuovo concorso indetto dalla Banca d’Italia potrebbe fare al caso vostro. L’istituto italiano, infatti, ha pubblicato il nuovo bando per la selezione di 45 tecnici informatici: in particolare, verranno selezionati 25 esperti (A) e 20 assistenti (B). I requisiti generali per candidarsi sono:

  • Età non inferiore agli anni 18;
  • Cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione Europea ovvero altra cittadinanza secondo quanto previsto dall’art. 38 del D.lgs. 165/2001;
  • Idoneità fisica alle mansioni. Date le mansioni del personale del profilo tecnico per l’ICT, le quali – in relazione al continuativo utilizzo di apparati tecnologici – comportano un’intensa attività di digitazione e di applicazione visiva, è richiesta l’integrità e la piena funzionalità degli arti superiori nonché dell’apparato oculo-visivo ancorché, limitatamente a quest’ultimo, con correzione.
  • Godimento dei diritti civili e politici, anche nello Stato di appartenenza o di provenienza;
  • Non aver tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da svolgere nell’Istituto;
  • Adeguata conoscenza della lingua italiana.

==> LAVORARE IN GERMANIA: ZALANDO ASSUME A BERLINO

Dipendentemente dal profilo scelto – A o B – sarà necessario che i candidati siano in possesso di:

  • A – laurea magistrale/specialistica, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione
    equivalente, in una delle seguenti classi:

    • ingegneria delle telecomunicazioni (30S/LM-27); ingegneria elettronica (32S/LM-29);
      ingegneria biomedica (26S/LM-21); ingegneria informatica (35S/LM-32); ingegneria
      dell’automazione (29S/LM-25); ingegneria gestionale (34S/LM-31); informatica (23S/LM-18);
      sicurezza informatica (LM-66); matematica (45S/LM-40); fisica (20S/LM-17); scienze
      statistiche (LM-82); statistica economica, finanziaria e attuariale (91S); altra laurea equiparata
      ad uno dei suddetti titoli ai sensi del Decreto Interministeriale 9 luglio 2009.
  • A – diploma di laurea di “vecchio ordinamento”, conseguito con un punteggio di almeno
    105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti discipline:

    • ingegneria delle telecomunicazioni; ingegneria elettronica, ingegneria informatica; ingegneria
      gestionale; informatica; matematica; fisica; scienze dell’informazione; statistica; altra laurea a
      esso equiparata o equipollente per legge.
  • B – diploma di istruzione secondaria di secondo grado, di durata quinquennale, conseguito
    con un punteggio di almeno 80/100 o 48/60.

E’ possibile candidarsi al nuovo concorso della Banca d’Italia entro e non oltre le ore 16.00 del 3 agosto 2017; è altresì necessario che la candidatura al bando per 45 tecnici informatici venga compilata online utilizzando esclusivamente l’applicazione disponibile sul sito www.bancaditalia.it. Per maggiori informazioni e per tutti i dettagli sulle prove da affrontare dopo la selezione consultare il bando ufficiale.

==> CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTE LE ULTIME OFFERTE DI LAVORO

Segnaliamo che, visto il numero di candidature arrivate, Banca d’Italia ha raddoppiato il numero di posti da vice-assistenti messi “in palio” con il precedente concorso. Battendo ogni previsione, infatti, sono state ben 85mila le richieste pervenute, numero che ha reso necessaria – non senza polemica da parte dei sindacati – una prima scrematura per titoli. Invece che 30, quindi, saranno 60 le posizioni che verranno assegnati a tutti coloro che – dopo la prima preselezione – supereranno le prove d’esame. Ricordiamo infine che il 27 luglio usciranno le graduatorie di tutti coloro – circa 8mila – che hanno superato le selezioni per titolo.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook