di Antonio Paviglianiti in ,

Concorso Inps 2018 stipendio: quanto guadagna un funzionario? (GUIDA)


 

Concorso Inps 2018 stipendio: quanto guadagna un giovane funzionario? Ecco tutto quello che c’è da sapere sul nuovo concorso istituito dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale

Concorso Inps 2018 stipendio funzionario

Concorso Inps 2018 bando: cosa sappiamo dopo la pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale avvenuta nella tarda serata di venerdì 24 novembre 2017? Tutto quello che c’è da sapere su requisiti, valutazione titoli, le prove concorsuali, come presentare la domanda per entrare nel mondo dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale e quanto si guadagna in termini di stipendio.

Leggi anche: Le news di UrbanPost 

Concorso INPS 2018 stipendio: ecco quanto si guadagna

Il ruolo che si andrà ricoprire vincendo il concorso INPS 2018 – 365 posti di lavoro banditi – sarà di funzionario categoria C. L’assunzione avverrà, secondo il CCNL (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro), con il profilo C1: qual è lo stipendio di un funzionario INPS? Sono 21.000 euro lordi di guadagno, comprensivi di bonus quale, ad esempio, la tredicesima mensilità. Inoltre, secondo quanto riportato da Tito Boeri in occasione di un intervento all’Università Federico II di Napoli, lo stipendio dei nuovi assunti con il concorso Inps 2018 sarà pari a 2.415€ lordi al mese, pari a 1800€ netti. 

Concorso Inps 2018 valutazione titoli

Concorso INPS 2018 bando

Quando esce il bando per il concorso INPS 2018? L’ultima Gazzetta Ufficiale, pubblicata ieri venerdì 24 novembre 2017, ha reso noti tutti i dettagli per il concorso dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale che mette a disposizione 365 posti di lavoro.

Concorso Inps 2018 bando: come presentare domanda?

La domanda per il concorso Inps 2018 può essere presentata solo per via telematica attraverso il portale ufficiale dell’Istituto Nazionale Sociale di Previdenza. Si avrà un pin attraverso il quale si potrà generare il proprio codice e monitorare la propria candidatura concorsuale. Ulteriori istruzioni saranno inviate via e-mail. Scadenza domanda giorno di vigilia di Natale, ovvero il 24 dicembre 2017.

Leggi anche: Le news sul mondo del lavoro con UrbanPost 

Concorso Inps 2018 requisiti

Quali sono i requisiti per il Concorso Inps 2018? Li ha resi noti ieri il presidente dell’Istituto Nazionale di Previdenza, Tito Boeri, su Twitter. Come scritto dal dirigente si ricercano profili in possesso di:

  • laurea magistrale in economia,
  • laurea magistrale ingegneria gestionale
  • laurea in legge
  • certificato b2 inglese

Concorso Inps 2018

Concorso INPS 2018 bando: valutazione titoli

Ecco quanto emerge dal bando Concorso Inps 2018 per la valutazione titoli. Gli attestati posseduti danno diritto ai seguenti punteggi (che può raggiungere al massimo 12 punti):

  • 4 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale da 101 a 105;
  • 8 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale da 106 a 110;
  • 12 punti per laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento con votazione finale a 110 e lode.

A tale punteggio può sommarsi il seguente (che può raggiungere al massimo 8 punti):

  • 4 punti per uno o più master di II livello inerenti alle materie previste dal bando.
  • 8 punti per uno o più dottorati di ricerca inerenti alle materie suddette.

A tale punteggio può sommarsi il seguente (che può raggiungere al massimo 10 punti):

  • 4 punti per una o più lauree (magistrali, specialistiche, vecchio ordinamento) nelle materie previste dal bando.
  • 1 punto per possesso di certificazione di conoscenza informatica almeno a livello base;
  • 5 punti per livello C1 inglese o livello superiore.

Conseguentemente, la valutazione complessiva dei titoli appena indicati non può superare il punteggio massimo di 30 punti.

Concorso INPS 2018 bando: le prove concorsuali

Quali saranno anzitutto le prove da dover superare per accedere a Inps 2018? Ecco quanto viene riportato sul bando concorso INPS 2018:

  • PRIMA PROVA “La prima prova scritta sarà oggettivo-attitudinale e consisterà in una serie di quesiti a risposta multipla di carattere psicoattitudinale, logica, competenze linguistiche ed informatiche, cultura generale.”
  • SECONDA PROVA “Sono ammessi alla seconda prova i candidati che riportano un punteggio di almeno 21/30.”La seconda prova scritta tecnico-professionale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie:a) bilancio, pianificazione, programmazione e controllo;
    b) contabilità pubblica, organizzazione e gestione aziendale;
    c) diritto amministrativo e costituzionale;
    d) diritto civile;
    e) diritto del lavoro e legislazione sociale;
    f) diritto penale;
    g)elementi di analisi economica;
    h) elementi di statistica e matematica attuariale;
    i) scienza delle finanze e economia del lavoro.
  • TERZA PROVA “La prova orale verte sulle materie oggetto delle prove scritte e sarà valutata in trentesimi (punteggio minimo dell’orale: 21/30). La graduatoria finale sarà formata sulla base del punteggio complessivo ottenuto da ciascun candidato , costituito dalla somma tra la media dei voti riportati nelle due prove scritte, il punteggio dei titoli e il voto riportato nella prova orale fino ad un massimo di 90.”

Concorso Inps 2017

Concorso INPS 2018: quanti posti disponibili?

Sono mille i posti di lavoro disponibili con il concorso Inps 2017. Ma quale sarà la scrematura delle selezioni? Come annunciato dallo stesso Tito Boeri al Forum Nazionale dei Giovani Imprenditori svoltosi ieri alla Confcommercio: “Dovrebbe prevedere l’entrata nell’istituto di previdenza di 350 persone per poi allargare il personale ad altri 730 laureati, per un totale di 1080 posti. Noi pensiamo che sia un modo per dare un messaggio importante al paese in cui c’è una disoccupazione intellettuale così ampia.”

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook