in

Concorso insegnanti di sostegno 2018: quando arriva il bando? Ecco le ultimissime novità sul TFA

Il Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, negli ultimi giorni interpellato in più circostanze, oltre al problema messa in sicurezza degli edifici scolastici ha trattato durante la partecipazione alla trasmissione televisiva argomenti come la recente questione alzata dal Sindaco della città di Monfalcone che ha deciso di escludere dei bambini stranieri dalla scuola materna per evitare le “classi ghetto”. A tal il Ministro ha affermato che si stanno attivando due classi supplementari e che la percentuale dei bambini stranieri in aula verrà rispettata. Ed è in merito a questo tema, per favorire i ‘bambini’ disagiati, che il Ministro ha introdotto anche un tema caro a chi guarda con interesse al mondo della scuola: l’avvio di un concorso per insegnanti di sostegno.

Leggi anche: Tutte le info utili sul mondo del lavoro

Concorso Insegnanti di sostegno 2018: il parere di Bussettti

Marco Bussetti, nelle sue ultime uscite pubbliche, ha parlato anche degli insegnati di sostegno. Come? Ecco qual è il suo parere. Il Ministro dell’Istruzione, infatti, ha sottolineato come: “per quanto riguarda la questione degli insegnanti di sostegno, ha affermato che sono troppo pochi, e che molto probabilmente sarà ideato tra qualche anno un corso di Laurea specializzato nel settore, per fornire un migliore supporto ai ragazzi che necessitano di tale figura professionale.”insegnante aggredito a roma

Come diventare Insegnante di sostegno

Attualmente per avviarsi alla professione di insegnante di sostegno, la procedura prevista per l’ assunzione è quella predisposta precedentemente dal Ministero dell’Istruzione. Primo passo da compiere, dunque, per diventare insegnante di sostegno è l’iscrizione al TFA sostegno. Ovvero si sostiene una prova preliminare e successivamente delle prove concorsuali, una scritta e una orale. La durata massima è di 8 mesi. In tale periodo il candidato arriva al conseguimento di 60 CFU. L’ accesso al percorso formativo prevede il possesso di determinati requisiti da parte dell’aspirante insegnante di sostegno

Fulmine in spiaggia e in montagna: come comportarsi?

Napoli, quattordicenne si prostituisce per dare da mangiare ai figli e purtroppo non è la sola