in

Concorso OSS 2018: 78 posti al Sud, ecco dove, requisiti e come candidarsi (GUIDA COMPLETA)

Una delle figure più inflazionate degli ultimi anni, nel mondo lavorativo, è quella dell’OSS: Operatore Socio Sanitario. Perché in Italia tantissimi giovani studiano per diventare OSS? Qual è lo stipendio? Quali sono le mansioni di questa figura che in passato non aveva molta importanza all’interno della struttura sanitaria? Ecco tutto quello che c’è da sapere! Anzitutto, l’Operatore Socio-Sanitario (Accordo Stato-Regione del 22 Febbraio 2001, art.1) è colui che a seguito dell’attestato di qualifica conseguito al termine di una specifica formazione professionale, svolge le seguenti attività nell’ambito delle proprie competenze e conoscenze, soddisfare i bisogni primari della persona in un contesto sia sociale che sanitario; favorire il benessere e l’autonomia dell’utente. E ancora, l’Operatore Socio-Sanitario “O.S.S.” svolge la sua attività sia in un contesto sociale che in un contesto sanitario, con servizi di natura socio-assistenziale e socio-sanitaria, e prestando particolare attenzione: alla tipologia di utente:bambino; persona anziana; persona afflitta da problemi psichiatrici; persona con handicap; malato terminale o morente; al contesto relazionale: svolge la propria attività in collaborazione con altri Operatori Socio-Sanitari e altri operatori professionali, secondo il criterio del lavoro multiprofessionale. Intanto, ecco un nuovo concorso per l’assunzione di OSS 2018: ad assumere è l’Asp di Messina che offre 78 posti. Stipendio Operatore Socio Sanitario 2018

Concorso OSS 2018 bando: Asp di Messina, annuncio e requisiti

L’Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Messina ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di 78 Operatori Socio Sanitari – Cat. Bs. Sarà possibile candidarsi al bando fino al giorno 11 Ottobre 2018. Possono partecipare al concorso dell’ASP Messina i candidati in possesso dei requisiti di seguito riassunti:

  • cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di altre categorie previste dal bando;
  • idoneità fisica all’impiego ed alla mansione specifica;
  • godimento dei diritti politici anche negli Stati di appartenenza o provenienza:
  • diploma di Istruzione secondaria di primo grado o assolvimento dell’obbligo scolastico;
  • attestato di qualifica di Operatore Socio Sanitario;
  • possesso del requisito previsto per la riserva di n. 16 posti a favore dei titolari di rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato presso l’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina che, alla data di pubblicazione del presente bando, hanno maturato almeno tre anni di servizio;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato attivo e non essere stati esclusi o destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

Concorso OSS 2018 bando: prove di selezione

Per la procedura concorsuale l’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, in presenza di un numero elevato di partecipanti oltre 1000, si riserva la facoltà di attivare una prova preselettiva avvalendosi anche di Aziende specializzate in selezione del personale. Una volta terminata l’eventuale preselezione, le procedure selettive si espleteranno attraverso la valutazione dei titoli ed il superamento di due prove d’esame – una pratica ed una orale – vertenti sull’esecuzione di tecniche specifiche connesse alla qualificazione professionale richiesta con particolare riguardo all’assistenza diretta e l’aiuto domestico/alberghiero e all’intervento igienico sanitario e di carattere sociale.

Concorso OSS 2018 bando: come inviare la domanda

Le domande di ammissione al concorso per OSS dovranno essere presentate esclusivamente online entro il giorno 11 Ottobre 2018 tramite procedura disponibile a questa pagina. Alla domanda sarà necessario allegare la seguente documentazione:

  • copia del documento di riconoscimento in formato PDF non modificabile oppure immagini in formato jpg-jpeg-gif;
  • dichiarazioni sostitutive di certificazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000 relative ai titoli che ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito;
  • dichiarazioni sostitutive di certificazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000 relative ai corsi di aggiornamento che ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito;
  • dichiarazioni sostitutive di atto notorio rese ai sensi del D.P.R. 445/2000 relative ai servizi con l’indicazione se ricorrono o meno le condizioni di cui all’ultimo comma anzianità deve essere ridotto. In caso positivo l’attestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio;
  • pubblicazioni edite a stampa;
  • curriculum formativo e professionale datato e firmato;
  • autocertificazione dei propri dati personali, del possesso dei requisiti per la partecipazione alla procedura ed i titoli posseduti valutabili ai fini del concorso.

Leggi anche: Il bando completo concorso OSS bando 2018

Non dirlo al mio capo 2 anticipazioni prima puntata 13 settembre: cosa succederà a Lisa ed Enrico?

Veronica Panarello e Annamaria Franzoni: stesso delitto ma trattamenti diversi, è polemica