in

Consultazioni Governo 2018: tutte le soluzioni disponibili per il Capo dello Stato (GUIDA)

Oggi al via le consultazioni per il Governo 2018. Ma cosa succederà qualora non dovesse esserci una maggioranza certa dopo gli incontri che si terranno nelle prossime ore al Quirinale? Quale sarà la strada che il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, percorrerà al fine di dare un Governo 2018 ai cittadini italiani?  Sono molte le formule e le sfumature che vengono citate, anche dai protagonisti politici, dato che le urne hanno consegnato un Parlamento senza una chiara maggioranza. Diverse sono le vie percorribili per il Capo dello Stato Sergio Mattarella. Ecco quali sono.

Leggi anche: Tutto quello che c’è da sapere sul governo 2018

Consultazioni Governo 2018: da Esploratore a Governo del Presidente

Dopo le consultazioni per il Governo 2018, qualora emergesse una difficoltà a dare vita ad una maggioranza stabile, il presidente della Repubblica potrebbe scegliere di dare a un “Esploratore” (ad esempio uno dei presidenti delle Camere) il compito di lavorare per facilitare l’emergere di una soluzione di governo. Lo stesso ‘esploratore’ potrebbe ricevere in un secondo momento l’incarico di formare un governo. Una seconda ipotesi è quella in cui sia lo stesso presidente a scendere in campo in questo ruolo di mediazione per un Governo del Presidente. È ciò che avvenne per Napolitano con il governo di Enrico Letta.

Consultazioni Governo 2018: dalle Larghe Intese alla possibile Minoranza

Altra strada percorribile da Sergio Mattarella? Un governo 2018 delle Larghe Intese. Almeno sulla carta, escluse da tutti, si potrebbero realizzare nel caso di una intesa per un governo Pd-Fi, M5s-Lega-Fdi o ancora Pd-M5s-LeU. Altra ipotesi, molto più complessa, è quella alla quale sembrerebbe alludere il Movimento 5 Stelle quando si dice pronto a un confronto a partire dal giorno dopo le elezioni: il Governo di Minoranza. Possibili, in tal senso,  le alleanze (variabili) che vengono trovate provvedimento per provvedimento. Questo tipo di governo ha la difficoltà di doversi interfacciare con il passaggio della fiducia in Parlamento dopo la nomina del capo del governo.

Consultazioni Governo 2018: Scopo e Tecnico

Sergio Mattarella potrebbe percorrere un’altra strada per le consultazioni del Governo 2018. Non manca l’ipotesi di un Governo di Scopo con l’obiettivo della modifica della legge elettorale. Altra formula possibile è quella del Governo Tecnico, come avvenne nel caso del governo Monti, ovvero dell’incarico a una personalità esterna.

Leggi anche: Tutte le news sul mondo della politica con UrbanPost

Governo 2018 consultazioni, Salvini risponde a Di Maio: “Nessuna alleanza con il Pd”

Spesometro 2018 scadenza: problemi in vista? Scontro ANC – Agenzia delle Entrate (GUIDA)