di Saverio Bucciantini

Contest su Facebook in maniera corretta, tutto quello che c’è da sapere


 

Uno dei metodi più facili per creare un audience attiva di fan ed invogliarli a partecipare alle iniziativa di un brand, è quello di indire un contest (o concorso) a premi. Questo argomento è anche uno dei più spinosi in quanto, anche un pò per ignoranza, la maggior parte dei contest oggi sono contro le policy di Facebook.

Non solo questo, un concorso a premi con determinati benefit deve pure non minare la legge dello stato italiano. Nello specifico un contest, per essere lecito, deve seguire queste 3 semplici regole :

Il regolamento deve essere semplice e chiaro. Non deve avere dei lati oscuri in quanto, in caso di reclami o ricorsi, potreste avere torto. Avere torto potrebbe portarvi alla chiusura del contest da parte di Facebook, alla chiusura della pagina nei casi più gravi e a denunce penali nel caso di truffe. E’ quindi sempre bene avere le idee chiare prima di indire un contest.
Le policy di  Facebook  descrivono dettagliatamente le modalità di creazione di un contest tramite la piattaforma. Ciò che è importante ricordarsi  è che è vietato utilizzare come strumenti di conteggio le funzioni native di Facebook. Per essere più precisi Facebook vieta di : utilizzare le bacheche di pagine, gruppi o eventi per la creazione del contest, utilizzare gli album di Facebook per i contest fotografici, utilizzare i TAG, i LIKE, il tasto CONDIVIDI, i COMMENTI e le NOTE come strumenti di misurazione, promuovere il contest attraverso l’inserimento del link nella cover della pagina o promuovere il contest associando Facebook come partner.
Risulta quindi chiaro cosa consente di fare Facebook per la creazione di un contest. Il Social Network vi consente di incentivare il MI PIACE a una pagina per accedere al contest, accedere al contest tramite un’applicazione dedicata e comunicare via mail con i partecipanti del contest. Facendo un piccolo esempio, se un’azienda volesse far partecipare i propri fan ad un concorso fotografico, dovrebbe creare un’applicazione dedicata e chiedere loro di caricare all’interno dell’applicazione le foto.  In altre parole Facebook ti consente di utilizzare la piattaforma solo come strumento di comunicazione, mentre la raccolta di foto, dati e voti deve tutta passare da un’applicazione esterna.
Profili Veri e Falsi Facebook
Sull’argomento dei contest di Facebook si è recentemente anche interessato lo Stato Italiano, che attraverso il Ministero Italiano dello Sviluppo Economico ha stilato alcune linee guida. Per creare un contest su Facebook si rende quindi necessario che tutti i partecipanti siano iscritti da prima della data d’inizio del concorso a premi, in alternativa è importante dimostrare che fossero comunque già registrati da prima della data di inizio su un altro canale indipendente a Facebook.
Ad esempio, nel caso del concorso fotografico, se un utente non è iscritto a Facebook, chi indice il contest dovrebbe anche provvedere a utilizzare un altro canale esterno al social network e dimostrare che l’utente era iscritto al contest dal canale esterno, prima della data di inizio del contest. L’applicazione del contest dovrà inoltre essere esterna a Facebook e dovrà salvare le informazioni dei partecipanti su hardware italiani conformi alle normative. L’applicazione dovrà dimostrare, tramite atto notorio, la totale imparzialità del sistema di estrazione al fine di garantirne la fede pubblica. Infine, occorre adempiere alcuni punti burocratici tra i quali :
  • Stilare il regolamento.
  • Fidejussione.
  • Nominazione di un responsabile della fede pubblica.
  • Pagamento oneri fiscali.
  • Consegna premi.
  • Chiusura del contest.
E’ bene anche sapere che ci sono alcune attività che il Ministero “non ritiene manifestazioni a premi“. Pertanto non hanno l’obbligo di essere comunicate al ministero.
Non c’è obbligo di comunicazione se i vostri premi consistono in :
  • Quantità aggiuntive di prodotti in promozione.
  • Sconti sul prezzo di prodotti o servizi purché non offerti per incentivare l’acquisto di altri prodotti in oggetto di promozione.
  • Premi di minimo valore.
  • Premi a finalità benefiche destinati ad enti e istituzioni sia pubbliche che private.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanTech

Correlati

Commenta via Facebook

Parliamo di...