in ,

Conti correnti, aumenti fino al 40%: come muoversi dopo gli incrementi degli ultimi mesi

I conti correnti non rendono: tenere i propri risparmi su questa tipologia di conti consente di accedere ad un rendimento pari ad uno scarsissimo 0,1% (fra l’altro lordo). Questa, però, non è una novità: questi strumenti sono sempre stati “macchiati” dalla suddetta situazione. La notizia peggiore è infatti un’altra: nonostante il profitto quasi inesistente, adesso stanno anche lievitando i costi, e non di poco. Le spese per il servizio bancario, difatti, sono salite con una media che va dal 20% fino ad arrivare addirittura al 40%. Secondo le previsioni mosse dal Codacons e dall’Adusbef, poi, anche il 2018 verrà influenzato da questa corsa al rialzo: un rialzo che costerà agli italiani dai 18 euro ai 38 euro in più.

Conti correnti: i dati e le motivazioni relative all’aumento dei costi

Il costo dei conti correnti è aumentato e aumenterà ancora: questi i dati che stanno animando questo settore, con un aumento pari al 40% nel caso degli istituti di credito più gettonati. Quali sono le voci principali che hanno contribuito a questo rincaro dei conti correnti? In primo luogo le spese legate all’operatività mista, che sono salite del 52% circa, a fronte di un aumento su base quadriennale pari al +41%. Anche i classici conti correnti tradizionali sono divenuti molto costosi, per via delle spese di gestione degli sportelli: chiudono il cerchio le carte di credito, anch’esse lievitate nel tempo in termini di costi. Quali sono le motivazioni di tutto ciò? In primis le politiche monetarie della BCE (Banca Centrale Europea), responsabile di riflesso delle basse percentuali di rendimento dei conti. Questi rincari, in termini pratici, sono dunque il frutto dell’aumento delle spese di gestione, dipendenti dalle leggi promosse negli ultimi mesi: inoltre, vi sarebbe anche l’intenzione di incentivare maggiormente i conti online.

Scegliere il conto corrente: come muoversi?

Questo aumento dei costi, da molti paragonato ad un vero e proprio “balzello”, implica la ricerca di una soluzione che sia più conveniente da un punto di vista economico: ovvero la scelta di un conto corrente che sia meno costoso rispetto a quello attualmente aperto. Un modo per risparmiare viene suggerito dai portali online di comparazione: servizi che permettono di capire qual è il conto corrente più vantaggioso e adatto alle proprie necessità. La possibilità di scegliere il conto corrente migliore sul comparatore Facile.it, ad esempio, rende disponibile il confronto delle varie proposte degli istituti di credito, e anche la richiesta di apertura del conto online.

Conti correnti online: una soluzione percorribile?

Nonostante l’aumento dei costi abbia colpito anche i conti correnti online, questi continuano a rappresentare una soluzione spesso più economica rispetto ai conti tradizionali. I vantaggi, infatti, sono relativi ai costi meno alti, per via dell’assenza di spese per le banche come la gestione degli sportelli. Non a caso, le banche online sono in aumento: la loro crescita si attesta su un +30% in Italia (+51% in Europa). Come funzionano? In modo molto semplice: possono essere aperti direttamente online, e gestiti comodamente da casa o da smartphone tramite browser, accedendo alle piattaforme dedicate.

speciale donne di oggi, violenza sulle donne, testimonianze violenza sulle donne, donne vittima di violenza, donne con disabilità

Palermo, facevano prostituire bambina di 9 anni: arrestati genitori e due pedofili

‘Ndrangheta, blitz a Reggio Calabria e Firenze: 41 arresti [NOMI E DETTAGLI]