in

Contratto Funzioni Locali 2018, firmato nuovo accordo: ecco cosa cambia per la Polizia Locale e non solo

Importanti notizie dal mondo del lavoro arrivano oggi, 21 febbraio 2018: è stato firmato nella notte, dopo quasi dieci anni di attesa, l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto nazionale per le Funzioni Locali. Lo fanno sapere i sindacati in una nota. “Un contratto di valore, che produce miglioramenti concreti per le lavoratrici e i lavoratori”, ha commentato la segretaria generale della Funzione Pubblica Cgil, Serena Sorrentino. Tra le novità, categorie differenziate per area e sezioni speciali per la Polizia Locale.

Leggi anche: Le ultime notizie sul mondo del lavoro con UrbanPost

Cosa prevede il nuovo contratto Funzioni Locali 2018?

Il nuovo contratto – afferma Federico Bozzanca, segretario nazionale della Fp Cgil Funzioni Locali – prevede una ulteriore categoria economica per ogni area, la definizione delle sezioni speciali per la Polizia Locale, la previsione della costituzione della sezione per il settore educativo, nonché un rinvio per poter rivedere il sistema di classificazione. Inoltre rimane la normativa di miglior favore sul turno festivo infrasettimanale”. E ancora, commenta Bozzanca,  “più materie andranno alla contrattazione integrativa, dando finalmente più potere alle Rsu. Ora la parola alle lavoratrici e ai lavoratori per il giudizio definitivo”.

Contratto Polizia Locale 2018, cosa cambia con il nuovo contratto

Quanto alla Polizia Locale, precisa la segretaria generale della Funzione Pubblica Cgil, con il nuovo contratto: “Viene dato inoltre più valore alle lavoratrici e dei lavoratori del comparto grazie all’introduzione di un’identità di funzione collegata ai gradi”. Tra gli obiettivi raggiunti, aggiunge Bozzanca, c’è “l’erogazione per il 2018 degli aumenti retributivi di 85 euro mensili medi alle categorie del comparto delle Funzioni locali, nonché un incremento delle risorse destinate alla contrattazione integrativa e una rivalutazione del sistema indennitario. Non solo, è stato realizzato un reale e visibile aumento dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori con un avanzamento complessivo degli istituti del rapporto di lavoro: permessi, congedi, ferie, malattia. Le ferie potranno essere sospese in caso di lutto e, in via sperimentale, potranno essere fruite a ore”.

Elezioni 2018, Giorgia Meloni a Sky TG24: “Alleanza con nessuno, Governo Boschi sarebbe un colpo di Stato”

Elezioni Politiche 2018 data

Presidente Seggio Elettorale compenso 2018: quanto guadagna? Ecco tutte le novità in vista del 4 marzo