in

Coppia uccisa a Rolle, Riesame: “Sergio Papa resta in carcere”, gli indizi contro di lui

Coppia uccisa a Rolle ultime notizie: Sergio Papa, il trentacinquenne di Refrontolo accusato del duplice omicidio resta in carcere a Santa Bona. Il tribunale del Riesame ha infatti rigettato la richiesta avanzata dal suo legale di modifica della misura di custodia cautelare. All’udienza ha partecipato anche il sostituto procuratore che coordina le indagini, Davide Romanelli. L’avvocato Alessandra Nava da pochi giorni ha assunto la difesa di Sergio Papa, si dice convinta che finora l’inchiesta non abbia vagliato in maniera approfondita tutte le piste alternative possibili, annunciando l’intenzione di intraprendere indagini difensive per fare luce su alcuni aspetti ancora in ombra e che potrebbero scagionare il suo assistito. “Non bisogna assolutamente confondere quello che è accaduto il giorno prima” – queste le sue parole riportate su la Tribuna di Treviso – “la presunta discussione tra Papa” e la signora Anna Maria Niola “con quello che è accaduto il giorno del delitto”. “Il mio assistito è convinto di poter dimostrare la sua innocenza nel corso del processo”, aggiunge. Sergio Papa infatti dalla prima ora si professa innocente: “Non li ho uccisi io, non ci sto a passare per capro espiatorio“.

delitto rolle di cison

Potrebbe interessarti anche: Coppia uccisa a Rolle, Sergio Papa chiede di essere scarcerato: “Nessuna prova, solo indizi” contro di lui

Papa la sera prima dell’omicidio dei coniugi Loris Nicolasi e Anna Maria Niola, di 72 e 69 ani, sarebbe stato visto in un bar di Rua di Feletto, a pochi chilometri di distanza da Rolle di Cison. Lui sostiene di avere un alibi per la mattina del delitto, sebbene ancora molte circostanze debbano essere chiarite dagli inquirenti. La prima fra tutte è capire come l’uomo sarebbe arrivato a Rolle; se a piedi, accompagnato da qualcuno, con una delle auto dei genitori o con l’automobile rubata a San Pietro di Feletto e ritrovata bruciata a Col San Martino poche ore dopo il duplice delitto. Qualora si facesse avanti il presunto super testimone che fornisse un alibi all’indagato, sostenendo di averlo ospitato a dormire da lui la notte del 28 febbraio, tuttavia riferiscono gli inquirenti non sarebbe incompatibile con la ricostruzione fatta dalla Procura. “Lo stesso Sergio Papa ha raccontato di aver raggiunto i Nicolasi la mattina precedente tra le ore 7 e le ore 8, la stessa ora in cui l’indomani si sarebbe stato commesso il delitto. Potrebbe aver dormito in un luogo qualsiasi”– e ancora non sappiamo dove lo abbia fatto – “e aver raggiunto l’abitazione dei Nicolasi in via Marzolle, a Rolle di Cison, appena sveglio“, ribadiscono gli investigatori.

coppia uccisa a rolle

Tra gli altri indizi a carico di Papa in mano agli inquirenti, dei dialoghi avuti dal 35enne con i genitori, ricavati tramite intercettazioni ambientali. Secondo l’avvocato difensore del 35enne quelle intercettazioni non proverebbero niente, se non la “normale reazione” dei genitori di fronte alla notizia che il figlio fosse sospettato di un delitto così efferato.

Ballando con le stelle 2017 finalisti

Replica Ballando con le Stelle 2018 del 31 marzo 2018: ecco dove vedere il video integrale

istanbul italiano morto

Alessandro Fiori trovato morto a Istanbul: per media turchi “stroncato da infarto”