in

Coppia uccisa a Rolle, Sergio Papa chiede di essere scarcerato: “Nessuna prova, solo indizi” contro di lui

Coppia uccisa a Rolle ultime notizie: Sergio Papa dal carcere continua a professarsi innocente. Il 36enne di Refrontolo, difeso dall’avvocato Piergiorgio Oss, continua a ribadire attraverso il suo legale che “non ci sono prove certe, ma solo indizi” a suo carico. Elementi probatori labili che di certo a loro dire non sarebbero in grado di giustificare l’accusa di omicidio volontario plurimo aggravato e la detenzione in carcere. Ecco perché il legale del presunto assassino dei coniugi 70enne massacrati in casa lo scorso 1° marzo avrebbe già depositato il ricorso al tribunale del Riesame di Venezia contro la detenzione in carcere del 36enne di Refrontolo fermato dai carabinieri lo scorso 10 marzo.

Leggi anche: Coppia uccisa a Rolle news: ecco la frase che incastra la madre di Sergio Papa

delitto rolle di cison

Delitto Rolle: l’alibi di Sergio Papa

Sergio Papa si è sempre dichiarato estraneo ai fatti asserendo di avere un alibi per l’ora del duplice omicidio. “Non ero a Rolle la notte tra il 28 febbraio e il primo marzo: l’ho passata da mia nonna, e la mattina sono andato a Miane a trovare mio fratello. Loro possono confermarvelo”, dice, sebbene abbia ammesso che il giorno prima (27 febbraio) ebbe una accesa discussione con Annamaria Niola e il marito Loris Nicolasi nel giardino della loro casa, dove sono stati trucidati a coltellate e sprangate. Il delitto, secondo quanto stanno rivelando le indagini, sarebbe maturato per motivi economici. La coppia, Loris Nicolasi di 72 anni e sua moglie Anna Maria Niola di 69, era stata uccisa con ferocia, a colpi di spranga e coltello, forse un pugnale (mai ritrovato), e lasciati agonizzanti, in due punti diversi del giardino di casa, ubicata in una zona di campagna a Rolle di Cison di Valmarino.

delitto rolle news

I Ris a casa dei genitori di Sergio Papa

Nei giorni scorsi i Ris si sono presentati senza preavviso (per evitare che inquinassero eventuali prove di colpevolezza a carico del sospettato) in casa dei genitori di Sergio Papa per effettuare una serie di rilievi in cerca di tracce biologiche ed ematiche che possano rafforzare l’impianto accusatorio della procura. I genitori del presunto assassino non sono stati avvertiti poiché sospettati di essere a conoscenza delle presunte responsabilità del figlio e di averlo coperto dalla prima ora. Vi sarebbero infatti delle intercettazioni ambientali alla madre del 36enne, che dimostrerebbero che la donna è a conoscenza di qualcosa inerente al duplice omicidio.

Pensione di cittadinanza

Riforma Pensioni 2018 quota 100: cosa è, come funziona, calcolo anni e importo (GUIDA COMPLETA)

Domenica Live Barbara d’Urso annuncia di non parlare di canna -gate: niente macchina della verità