in

Corsico omicidio nordafricano ucciso a colpi di pistola, la moglie: «Crimine razziale»

Omicidio nella notte a Corsico, cittadina nell’hinterland di Milano. Un nordafricano, secondo le prime indiscrezioni di nazionalità senegalese, è stato trovato morto in strada, intorno alle 23:30. Il corpo dell’uomo è stato trovato in via delle Querce, una zona popolare dei quartiere Lavagna, non lontano dalla Nuova Vigevanese, trafficata arteria che porta a Milano. I Carabinieri, intervenuti tempestivamente, hanno trovato l’uomo senza vita con segni visibili di colpi d’arma da fuoco.

Corsico omicidio nordafricano ucciso a colpi di pistola, la moglie: «Crimine razziale»

Nella notte l’uomo non era ancora stato identificato e i militari dell’Arma stanno indagando sulla dinamica dell’omicidio, ancora poco chiara. Questa mattina si è appreso che la vittima si chiama Assan Diallo, aveva 54 anni ed era cittadino senegalese. Disperate le parole della moglie, che ha appreso della morte del marito al rientro dal turno di lavoro, trovandosi il cadavere sotto gli occhi al rientro a casa.  Secondo il quotidiano Il Giorno che ha raccolto la sua testimonianza, Assan Diallo ieri avrebbe litigato con un uomo che l’avrebbe poi seguito fino a casa. «Lo aveva offeso e insultato per il suo colore della pelle», ha detto la donna al quotidiano milanese. Secondo la donna, dunque, si tratterebbe di un omicidio a sfondo razziale.

La donna è stata poi accompagnata in caserma per essere sentita e permettere ai Carabinieri di aggiungere nuovi elementi ad un’indagine che, al momento, non esclude nessuna pista. I militari in queste ore cercano di ricostruire gli ultimi movimenti dell’uomo, le ultime telefonate, cercano eventuali contatti con il mondo della malavita. Corsico, come le vicine Buccinasco e Cesano Boscone, è una cittadina che ha dovuto misurarsi spesso negli ultimi venti anni con fenomeni criminali molto gravi, in primis la presenza della ‘ndrangheta. Ma erano anni che da queste parti non si consumava un omicidio a colpi d’arma da fuoco, una vera e propria esecuzione. Assan era un uomo gentile, conosciuto da molti nella sua zona come nel vicino Quartiere Tessera di Cesano Boscone. Per vivere lavorava nel settore della sicurezza, impieghi saltuari che non gli impedivano comunque di contribuire a mantenere la sua famiglia.

Tutte le notizie di cronaca nera su UrbanPost

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Replica Le Verità Nascoste quarta puntata del 16 giugno 2018: come vedere il video integrale

Fabrizio Corona a Non è l'arena oggi 17 giugno 2018

Fabrizio Corona a Non è l’Arena oggi 17 giugno 2018: ospiti e temi, ecco di cosa si parlerà