in

Cosa prevede il Decreto Dignità? L’annuncio di Di Maio al congresso UIL

Luigi Di Maio, ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro nonché vicepremier del Governo Conte, ha promesso che una delle prime riforme che saranno attuate sarà il cosiddetto Decreto Dignità. Una misura che dovrebbe entrare in vigore, addirittura, entro fine mese. Ma cosa prevede questo decreto dignità? Cos’è? A chi è indirizzato? Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla misura che Di Maio cita da qualche giorno nel corso dei suoi interventi pubblici. “Il decreto di dignità si farà subito, non c’è più tempo da aspettare” sembra esser chiara dunque, l’intenzione del Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro di attuare il cosiddetto cambiamento. E sarà il decreto dignità il primo tassello delle riforme targate Governo Conte. E maggiori informazioni, in tal senso, arrivano oggi – venerdì 22 giugno 2018 – in occasione del congresso UIL.

Leggi anche: Tutte le news sul Governo 2018 con UrbanPost

giuramento governo conte

Luigi Di Maio alla UIL: “Vi dico tutto sul Decreto Dignità

Di Maio vuole presentare il Decreto Dignità come “la prima misura di questo governo”. Dà un’indicazione sui tempi di presentazione: “Spero la prossima settimana”. E poi elenca gli obiettivi del provvedimento: la norma “eliminerà la burocrazia per le imprese, ci sarà un intervento sul precariato – soprattutto dei più giovani – vieteremo pubblicità sul gioco d’azzardo e interverremo sulle delocalizzazioni, c’è un sacco di gente che viene lasciata in mezzo alla strada perché le aziende straniere vengono qui in Italia prendono soldi pubblici e poi se ne vanno all’estero”, ha concluso.Governo news: «M5S privo di ideologia e visione, Casaleggio ne sarebbe uscito» dice Paolo Becchi

Decreto Dignità, cos’è e cosa prevede?

Come si legge sul Blog delle Stelle, Luigi Di Maio si pone questi obiettivi con il Decreto Dignità:

  • Per le imprese elimineremo lo spesometro, redditometro e studi di settore. L’era della martirizzazione degli imprenditori è finita. Ora gli imprenditori avranno lo Stato dalla loro parte.
  • Disincentivare le delocalizzazioni: chi prende fondi pubblici non può andare all’estero. Se lo Stato ti dà una mano il lavoro lo devi creare in Italia e devi dare lavoro ben retribuito e tutelato ai lavoratori italiani.
  • Lotta alla precarietà. Il Jobs Act è andato nella direzione dell’eliminazione di diritti e tutele, noi faremo esattamente l’opposto.
  • Stop alla pubblicità del gioco d’azzardo, la ludopatia è ormai una piaga che ha segnato profondamente migliaia di famiglie italiane e intendiamo sanarla in maniera risoluta. Così come è vietata la pubblicità delle sigarette, sarà vietata quella del gioco d’azzardo. Entrambi nuociono gravemente alla salute dei cittadini.Governo Conte viceministri e sottosegretari

Decreto dignità, al centro il cittadino

Per Luigi Di Maio, con il Decreto Dignità, ci si pone l’obiettivo: “Di eseguire 4 punti fondamentali da cui è necessario partire per ristabilire un principio che in questi anni è stato calpestato: il cittadino al centro. Infine nella legge di bilancio di quest’anno si dovrà avviare il fondo per il reddito di cittadinanza in modo da renderlo operativo il prima possibile. Non è possibile che ci sia gente che non riesce a campare mentre c’è chi percepisce pensioni d’oro e vitalizi. La dignità dei cittadini deve tornare al primo posto e tutti i nostri poteri al governo del Paese li useremo in quest’ottica e nell’interesse esclusivo degli italiani. #DecretoDignità.”

Ultimi sondaggi elettorali, Istituto Piepoli: percentuali dei partiti se si votasse oggi

Matteo Salvini contro i vaccini: “Ce ne sono dieci inutili e pericolosi” ed entra in contrasto con il Ministro Grillo

Andreas Muller in ospedale, cosa ha il vincitore di Amici 2017? Paura per i fan: “È dura, ma vincerò”