in

Crollo ponte Genova, il giorno dei funerali di Stato: sale a 43 morti il bilancio delle vittime – LIVE

21:00 – Sale a 43 il numero dei morti causati dal crollo del ponte Morandi di Genova. Uno dei feriti gravi è deceduto nel tardo pomeriggio di oggi, 18 agosto, all’ospedale. Si tratta di Marian Rosca, un autista romeno di 36 anni.

17:54 – Sale a 42 morti il bilancio delle vittime del crollo di ponte Morandi. Questa mattina, nella Fiera di Genova, si sono svolti i funerali di Stato di 19 delle persone che hanno perso la vita nel crollo del ponte sulla A10. Il Consiglio dei Ministri tenutosi in Prefettura a Genova dopo i funerali di Stato, a seguito della richiesta del governatore ligure Giovanni Toti, ha assegnato 28,5 milioni di euro per il superamento delle criticità conseguenti l’emergenza.

15:36 – Trenta milioni di euro per gestire l’emergenza causata dal crollo del ponte Morandi. E’ la richiesta formulata al Governo dalla Regione Liguria. «Si tratta di una cifra legata sempre alla fase della gestione dell’emergenza», ha spiegato il governatore Giovanni Toti. «Non stiamo ancora parlando di una fase di ricostruzioni – ha detto Toti – Sono soldi che, con il sindaco Bucci, avevamo già pronti da anticipare per coprire le prime spese, ora il governo decide di inserirle nell’ordinanza di Protezione civile».

14:00 – «Accertare la verità e garantire la sicurezza». Lo ha detto il Presidente della Repubbica Sergio Mattarella dopo la cerimonia funebre per le vittime del crollo del ponte Morandi. Intanto alle 15 in Prefettura a Genova si terrà un nuovo consiglio dei ministri straordinario. Ci sarà un’integrazione della delibera dello stato di emergenza decretato a Ferragosto.

13:01 – Ai funerali di Stato per le vittime del crollo del ponte Morandi a Genova uno degli applausi più lunghi e sentiti è stato per i Vigili del Fuoco, impegnanti sin dai primi momenti, senza sosta, a prestare soccorso. Lo rivela Repubblica, nella sua diretta da Genova.

11:58 –  Sono in corso i funerali di Stato per le vittime del crollo del ponte Morandi a Genova. Il presidente Mattarella ha abbracciato uno ad uno commosso i familiari delle vittime, mentre nella sua omelia il cardinale Bagnasco ha parlato dei sentimenti della popolazione davanti alla tragedia: «Il crollo del ponte Morandi sul torrente Polcevera ha provocato – ha scandito il cardinale – uno squarcio nel cuore di Genova». Bagnasco ha anche ricordato la telefonata di Papa Francesco e la sua preghiera per le vittime (qui sotto la video diretta di Repubblica.it)

E’ un giorno difficilissimo per Genova, lutto nazionale per l’Italia intera. Un giorno di dolore che si aggiunge ai molti altri vissuti da questa città che ha fatto la storia del nostro paese. Alle 11:30 alla Fiera di Genova si terranno i solenni funerali di Stato per 18 delle 41 vittime del crollo del ponte Morandi, officiati dal cardinale Angelo Bagnasco, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il capo dello Stato è arrivato nel capoluogo ligure intorno alle 10 e sta incontrando in questi minuti i soccorritori, Vigili del Fuoco, sanitari e Protezione Civile, che hanno operato nell’area del disastro.

Le esequie si tengono in un clima di rabbia, polemiche e contestazioni. Non ci saranno le bare di tutte e 41 le vittime del crollo, le ultime tre estratte nella notte e ancora da identificare. Saranno infatti solo 18 le bare allineate E questo è un segnale chiaro alle Istituzioni: rispettate il nostro dolore e non fate passerelle. Due giorni fa era arrivata un’avvisaglia del clima in cui si sarebbero svolti i funerali di Stato. I famigliari dei quattro giovani di Torre del Greco deceduti nel crollo del ponte Morandi avevano detto: «È lo Stato che ha causato questo, non si devono permettere di farsi vedere: la passerella di politici è stata vergognosa». Non si riferivano certo ai politici del governo in carica, che poche colpe hanno riguardo al tragico evento. Tuttavia, un appello ad evitare polemiche e passerelle inutili è in linea con il sentimento del Paese, evidente dai migliaia di messaggi di vicinanza a Genova pubblicati sui social e non solo. Per oggi ci auguriamo anche noi di non sentire inutili polemiche sull’opportunità o meno di revoca della concessione ad Autostrade, argomento che tiene banco da giorni. Riguardo alle responsabilità, invece, lo stesso Procuratore capo di Genova ha garantito tempi il più possibile rapidi per l’inchiesta che dovrà accertare le responsabilità del crollo.

A Genova arrivano la solidarietà e il cordoglio di tutta Italia. Saranno decine i sindaci presenti con i gonfaloni delle proprie città. Lo ha reso noto l’Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italianI, in un comunicato ufficiale. Numerosi i messaggi di cordoglio giunti anche dall’estero al sindaco di Genova. Intanto oggi è arrivata anche una buona notizia. E’ stato rintracciato dal Ccs, il Centro di Coordinamento dei soccorsi, il cittadino tedesco Loohuis Albert, uno dei 5 dispersi “ufficiali”: è vivo ed ha telefonato un Prefettura per confermare di stare bene. Lui e il suo cane sono scampati al crollo del ponte solo per pochi istanti.(notizia in aggiornamento)

Leggi anche –> Genova, crollo ponte Morandi: la diretta, live blog

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

“Papà ti prego fermati, così mi fai male”. É successo tra le mura di casa. All’apparenza una famiglia felice, una villa lussuosa e una vita da far invidia. Ma, all’improvviso, accade qualcosa che non potrà mai avere una spiegazione plausibile

Genova: dagli applausi ai selfie, quando i funerali di stato diventano una passerella politica