in

Crollo ponte Genova: revoca concessione Autostrade, sì o no? Intanto i familiari delle vittime dicono: «Niente passerelle»

Iniziamo la procedura per revocare le concessioni ad Autostrade per l’Italia. Anzi, forse no. Dopo l’annuncio del premier Conte a Ferragosto, mentre i Vigili del Fuoco stavano ancora estraendo vittime dalle macerie, oggi il Governo torna sui suoi passi e pensa soprattutto a come avere subito soldi da Autostrade. Sì, perché serviranno molti, moltissimi soldi per sistemare il disastro causato dal crollo del ponte Morandi. Oltre alla ricostruzione del viadotto, ci sono gli oltre 600 sfollati per cui occorre trovare una soluzione al più presto.

Sul ritiro della concessione ad Autostrade i distinguo tra i due alleati di governo erano iniziati già a Ferragosto, con la prudenza di Salvini rispetto all’aggressività di Di Maio. E nonostante il vicepremier pentastellato insista, il sottosegretario ai Trasporti leghista Edoardo Rixi evoca la trattativa con Autostrade e Salvini specifica che prima servono aiuti concreti da parte dell’azienda: «Da Autostrade puntiamo ad ottenere, nell’immediato, fondi e interventi a sostegno dei parenti delle vittime, dei feriti, dei 600 sfollati e della comunità di Genova. Di tutto il resto parleremo soltanto dopo».

Domani ci saranno i funerali di Stato, alla Fiera di Genova, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ma al momento, nel padiglione Jean Nouvel della Fiera di Genova, ci sono solo 14 bare schierate per la benedizione. “I famigliari di 17 delle 38 vittime accertate del crollo del Morandi hanno preferito esequie private”, dice Il Secolo XIX. I famigliari di altre sette vittime non hanno invece ancora scelto se partecipare ai funerali di Stato oppure optare per esequie private. Imbarazzo e diplomazia: è l’atmosfera che si respira tra gli addetti al cerimoniale della Prefettura di Genova, al lavoro per una cerimonia su cui è già calata l’ombra della rabbia e della sfiducia. Rabbia che è evidente nelle parole dei famigliari dei quattro giovani di Torre del Greco morti nel crollo del ponte Morandi: «È lo Stato che ha causato questo, non si devono permettere di farsi vedere: la passerella di politici è stata vergognosa»

Leggi anche: Genova, crollo ponte Morandi, il progettista: «Strane vibrazioni sul piano stradale»

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Manuela Bailo scomparsa a Nave news: l’amante avrebbe una strana ferita, il giallo si fa sempre più fitto

Clamoroso: Mediaset dice di no al docufilm di Matteo Renzi