di Antonio Paviglianiti in

Crollo valore Bitcoin cause: chi ci rimette e quanto vale adesso? Ecco le ultimissime (FOTO)


 

Crollo valore Bitcoin cause e quali investitori ci rimettono? Ecco cosa è successo nella giornata di ieri assolutamente da dimenticare per chi ha investito in questa criptovaluta che a inizio settimana…

Chi ha investito in Bitcoin nella giornata di ieri, venerdì 22 dicembre 2017, ha ricevuto un “regalo” di Natale anticipato: la regina delle criptovalute è crollata sotto gli 11mila dollari dai 15.000 circa della mattinata bruciando un quarto del suo valore di mercato in 24 ore. Ma cosa è successo al Bitcoin? Secondo la piattaforma coindesk, il valore minimo ha toccato i 10.834 dollari. Da oltre 330 miliardi della scorsa settimana quanto ha sfiorato il picco dei 20.000 dollari la capitalizzazione complessiva è scesa sotto i 200 miliardi facendo evaporare, in un solo giorno, circa 120 miliardi. Da quel picco il crollo è stato del 40%.

Leggi anche: Cosa è e come funziona il Bitcoin

Crollo valore Bitcoin cause: ecco il pensiero degli analisti

Ma quali sono le cause del crollo del valore dei Bitcoin? Secondo alcuni analisti, il fatto che gli investitori stiano facendo una presa di coscienza: «La forte domanda da parte di investitori anche poco esperti ha provocato una frenetica domanda di monete con scorte limitate». Inoltre, l’incredibile crescita da record per il bitcoin, la criptovaluta, rientra tra le cause del suo crollo, paradossalmente. Uno dei primi contraccolpi di questa caduta è stata anche la sospensione della trattazione dei future sui bitcoin, per eccesso di ribasso. La Cme, la Borsa di Chicago che solo domenica aveva lanciato questo nuovo strumento di investimento ne ha sospeso gli scambi. Stop anche ad acquisti e vendite anche da parte di Coinbase, uno dei principali mercati di scambio di bitcoin.

Crollo valore Bitcoin, bolla scoppiata?

Secondo quanto affermato da David Drake, fondatore e Presidente della LDJ Capital – azienda che gestisce 1,5 miliardi di asset investiti – la bolla non starebbe per: “Scoppiare. Il calo del prezzo è stata una fiammata ma non bagno di sangue, a meno che non si sia obbligati a vendere subito i bitcoin che possediamo. La maggior parte di chi ha comprato in origine Bitcoin ed Ether li sta ancora tenendo e chi, come me, li ha comprati presto è ancora sopra del 200%”.

Crollo valore Bitcoin: quali investitori ci rimettono?

La criptovaluta Bitcoin è stata acquistata da investitori attirati dall’idea di un facile guadagno senza conoscere esattamente cosa stavano acquistando, e i meccanismi alla base. Un tipo di investitore, dunque, particolarmente soggetto a crisi di panico nel momento in cui vede che il prezzo inizia a scendere.  Risalirà il valore dei Bitcoin? Secondo quanto affermato da Emanuele Florindi, avvocato esperto di criptovalute, ai microfoni di Quotidiano.net, il rischio è che il valore possa scendere anche a zero: “Visto che non c’è un bene alla base dei Bitcoin.”

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook