in

Crozza-Benatia, la battuta sul rigore fa infuriare il difensore della Juve: il feroce e volgare messaggio su Instagram

Crozza contro Benatia, la battuta sul rigore contro la Juve, che ha di fatto sancito l’uscita di scena del club bianconero dalla Champions League a favore del Real Madrid, ha scatenato le ire del difensore della Juve, che in una stories su Instagram ha risposto ferocemente alla invettiva del comico genovese, venerdì scorso, durante il suo monologo in Fratelli di Crozza sul Nove.

crozza rigore benatia polemica

Il tanto discusso fallo fischiato a Medhi Benatia, da cui è scaturito il rigore che ha permesso a Cristiano Ronaldo ti portare il suo Real in semifinale di Champions, è diventato oggetto di satira da parte di Maurizio Crozza, che nel suo monologo ha simpaticamente redarguito il calciatore juventino il quale definì “uno stupro” la decisione dell’arbitro Oliver di concedere il rigore al Real giudicando ‘fallo’ il suo intervento in area su Lucas Vazquez. “Ma sai cos’è uno stupro?”, ha ironizzato il comico, “Ma come è stato uno stupro? Stai attento a usare le parole, sei tu che hai fatto un’entrata del c… al 93′. Se però vuoi provare l’emozione, il prossimo fallo in area, un bel fallo, prova a ficcartelo su per il c…, e un’idea a quel punto te la sei fatta”.

Potrebbe interessarti anche: Mario Bozzoli news inchiesta bis: chi è la donna che sarà sentita in incidente probatorio

crozza benatia rigore polemica

Così, dopo la sfuriata di Gianluigi Buffon contro l’arbitro, il difensore bianconero Medhi Benatia ha fatto anche di peggio. “Imbecille, testa di c… non fai ridere nessuno! Se vuoi provare ti aspetto a Vinovo (dove si allena la Juventus, ndr) tutti i giorni!!!”. Questo il suo messaggio di fuoco, e molto volgare, scritto in una storia Instagram, mettendo sullo sfondo una foto di Crozza e usando tre emoticons con il dito medio. La polemica è servita!

 

 

Terremoto oggi Trento: scossa magnitudo 2.8 a Storo

Terremoto oggi Trento: scossa magnitudo 2.8 a Storo

Privilegi Parlamentari 2018: cosa sono gli oneri figurativi? La spiegazione di Tito Boeri