in ,

Cucina tradizionale: 5 piatti tipici internazionali che non esistono nei paesi d’origine

La cucina tradizionale, da che mondo e mondo, è considerata sacra e intoccabile, soprattutto in Italia. Con le costanti migrazioni, però, può capitare che i piatti tipici vengano reinventati, spesso allo scopo di poter soddisfare i palati stranieri. Di esempi al mondo ce ne sono tantissimi, eccone 5 di cui abbiamo sentito parlare più di frequente.

Messico: il famoso chili con carne si può consumare nella maggior parte dei ristoranti messicani sparsi nel mondo. Viene considerato un piatto tipico, ma non è così. Si tratta, in realtà, di una fusione tra cucina americana e messicana, in particolare quegli stati che confinano con il Messico. La ricetta comprendere fagioli, peperoncino, pomodori e carne.

Giappone: quando parliamo di questa nazione, non riusciamo a non citare il sushi. Una sua variante, però, il cosiddetto Uramaki, non esiste in terra nipponica. Si tratta di un piatto nato in California negli anni ’70 che viene chiamato California roll nella sua variante con avocado, cetriolo e altri ingredienti affini.

Cina: chi non ha mai sentito parlare dei famosi biscotti della fortuna? Vengono accostati alla cultura cinese, soprattutto nei film americani, ma la verità è che sono giapponesi. Quello che hanno fatto i migranti cinesi è stato adattare un certo tipo di cucina al palato degli stranieri, in questo caso gli americani.

Italia: i piatti considerati tipici, ma che in realtà nel nostro paese non esistono, sono due. Spaghetti con le polpette, di cui esistono alcune varianti nel sud Italia, ma che rimane un piatto italo-americano, e le più celebri fettuccine Alfredo. La ricetta originale delle fettuccine Alfredo prevede burro e parmigiano, ma viene condita anche con abbondante besciamella.

Andrea Zalone e Maurizio Crozza

Andrea Zalone moglie: chi ha fatto perdere la testa al braccio destro di Maurizio Crozza?

Trattati di Roma 2017: allerta alle stelle, paura black block, ecco tutto quello che devi sapere