in

Daisy Osakue aggredita: il terribile racconto dell’atleta italiana, ecco perché è stata colpita

Daisy Osakue aggredita: il terribile racconto dell’atleta italiana di origine nigeriana, presa a uova in faccia nella notte di lunedì 30 luglio, sotto casa. “È stata colpita in piena faccia a Moncalieri, mentre rincasava. L’aggressione è stata ‘realizzata’ da un gruppo di giovani. Si tratta di un’atleta nazionale italiana di atletica, naturalizzata dal Sudafrica. È a rischio la sua partecipazione agli Europei di Berlino”, con queste terribili parole siamo a venuti a sapere dell’increscioso accaduto, purtroppo solo l’ultimo di una sempre più frequente e preoccupante serie.

Leggi anche: Daisy Osakue aggredita, a rischio la partecipazione agli Europei di Berlino

Uova in faccia, uno dei quali l’ha colpita proprio sulla tempia vicino all’occhio sinistro, mentre tornava a casa a tarda sera. Daisy Osakue, la promessa azzurra del lancio del disco ha rilasciato delle dichiarazioni ufficiali poco fa, è molto amareggiata per quanto le è successo e non ha nascosto una certa preoccupazione per la deriva razzista che il nostro Paese ha preso. La ragazza ha riportato una lesione della cornea. Da dieci mesi in Texas per studio, l’atleta con l’occhio bendato, pur sentendosi fortunata per non essere stata ferita più gravemente, ha fatto un’amara constatazione: “Non è più la Torino che conoscevo. Qualcosa è cambiato in peggio, è triste da dire … si sente la tensione in giro. Stavolta è stato ‘solo’ un uovo, ma la prossima? Un sasso … una bottiglia”.

“L’hanno fatto apposta. Non volevano colpire me come Daisy, volevano colpire me come ragazza di colore”, queste le sue parole all’uscita dall’ospedale Oftalmico di Torino con la benda sull’occhio ferito. “In quella zona ci sono diverse prostitute, mi avranno scambiate per una di loro. Sono stata fortunata, poteva essere una bottiglia o un sasso. La tecnologia e i media hanno un potere pazzesco. Se i nostri politici ogni giorno usano parole di odio verso gli immigrati, le persone che a casa guardano la tv si sentono poi in diritto di fare i giustizieri. Cosa vogliono creare? Una guerra civile, perché non siete in grado di mettere a posto un paese che sta crollando?”.

Sky offerte di lavoro 2018

Come dare disdetta a Sky

Chiusa in gabbia peggio di una bestia feroce. Questa donna di 45 anni vive così, costretta dai suoi genitori a questa disumana esistenza. Il motivo è assurdo, anche se giustificato da molti