in

D’Alema su Beppe Grillo: “Un Berlusconi giovane”

Per  Massimo D’Alema, Grillo rappresenta “un Berlusconi giovane, più trasversale, ma con un impronta simile”. Miguel Gotor, capolista del Pd in Umbria per il Senato, intellettuale tenuto molto in considerazione da Bersani, pensa che con i futuri deputati grillini bisognerà dialogare.

Certo la situazione che si presenta è alquanto curiosa, Beppe Grillo non è candidato e non sarà in Parlamento, nonostante sia la faccia più nota del movimento. I sondaggi riservati fanno tremare Berlusconi davanti alla prospettiva che il Pdl arrivi terzo nella competizione.

Massimo D'Alema

 

Infine al Movimento 5 Stelle vengono attribuiti potenzialmente un centinaio di deputati. Chi sono questi futuri deputati non è dato sapere. Persone comuni rappresentanti di circoli parrocchiali, del mondo teatrale o artistico, che certamente fanno parte del tessuto sociale di questo paese, ma che nessuna esperienza hanno in politica. Grillo resterà fuori, il mentore che con Casaleggio ha inventato tutto questo, non siederà a Montecitorio, ma guiderà da fuori con i suoi mezzi: blog, social network.

L’incognita sul tipo di approccio di governo dei futuri deputati grillini eletti è tutta da svelare. Per Mario Monti non si può non tenere conto degli elettori, che votando Grillo, esprimono un voto di protesta. La vita del prossimo Parlamento si annuncia movimentata. Anche se un precedente già c’è in Sicilia, un numero per nulla indifferente di esponenti del Movimento 5 Stelle, 15 deputati, siede nell’Assemblea Regionale composta in totale da 90 membri. La convivenza con il Governo Crocetta non è drammatica, anzi, il confronto è  stato finora molto democratico e dentro il sistema.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Fashion Week Milano 2013: date ed eventi

Inter-Milan, Derby a rischio per la neve