in

Daniele Orabona trovato morto news: testimone ha visto qualcuno scappare

Daniele Orabona scomparso ad Aversa (Caserta) e trovato morto dopo essere stato investito da un’auto mentre percorreva a piedi, poco dopo le 4 di notte dello scorso 14 febbraio sulla A1 (la Napoli-Milano) all’altezza per lo svincolo che porta al Centro direzionale di Napoli nella corsia di decelerazione. Cosa ci faceva lì? Chi ce lo ha portato? Il fratello del 30enne, bravo ragazzo, laureato in lingue orientali e con la passione per il teatro, chiede maggiore chiarezza e oggi ha rinnovato il suo appello, in collegamento video con Chi l’ha visto? nella fascia quotidiana delle 11:30, a chiunque sia passato in auto sull’autostrada e abbia visto il fratello o qualcos’altro di anomalo.

La morte del giovane è infatti ancora avvolta ancora dal mistero. Il giovane infatti è stato rinvenuto cadavere nei pressi del Centro Direzionale di Napoli. Era scomparso dalla sua casa di Parete, dove viveva con i genitori, nel Casertano; quel giorno aveva chiesto a suo fratello di accompagnarlo nella stazione ferroviaria, dove avrebbe dovuto prendere un treno per Napoli dove si trovavano i suoi amici. Da quel momento di lui si era persa ogni traccia. E simone Orabona oggi lo ha ribadito: “Non sappiamo se stesse scappando da qualcuno … chi lo ha scaricato in auto fin lì? Il suo cellulare è sparito e se lui lo avesse avuto con sé ci avrebbe certamente telefonato per dirci di andare a prenderlo”. Simone ipotizza che chi lo ha abbandonato sull’autostrada possa essere la stessa persona che la notte prima intorno alle 2 lo aveva accompagnato a casa.

Daniele Orabona scomparso ad Aversa trovato morto: in tasca guanti non suoi, la famiglia ha molti dubbi

scomparso ad aversa

Durante il suo intervento nel programma di Rai 3, un telespettatore ha telefonato in diretta per informare lui e la redazione di un fatto molto strano e che se vagliato dagli inquirenti potrebbe essere utile alle indagini. Si tratta del signor Luigi, un soccorritore del 118 intervenuto sul posto dopo che Daniele è stato investito. Queste le sue parole: “Quando sono arrivato sul posto erano le 4:47, a terra c’era il ragazzo senza documenti e ne abbiamo constato la morte; durante i soccorsi ho sentito dire al ragazzo che lo aveva investito, ancora sotto shock, rispondere alla polizia stradale che d’improvviso se l’è trovato davanti e che quando è sceso dalla macchina per prestargli soccorso ha notato nella corsia opposta n’auto ferma. Si è sbracciato per chiedere aiuto, c’erano delle persone che stavano chiudendo il cofano e poi sono salite a bordo e sono scappate”.

trovato morto ragazzo scomparso a pescara

Omicidio Alessandro Neri news: secondo proiettile alla testa il colpo mortale

L’albero della cuccagna, nutrimenti dell’arte: mercoledì 14 marzo presentazione a Milano, i dettagli