in

Chi era Davide Astori: biografia, carriera, vita privata del compianto capitano della Fiorentina

Lutto nel mondo del calcio italiano, è morto Davide Astori, capitano della Fiorentina. Difensore centrale mancino, dotato di una buona tecnica di base che gli ha consentito di far partire l’azione di gioco dalla difesa. Dotato anche di ottime caratteristiche fisiche e abilità nei colpi di testa, che gli hanno permesso, spesso e volentieri, di essere pericoloso in fase offensiva su punizioni e calci d’angolo. In carriera, Davide Astori ha giocato  sia come difensore centrale in una difesa a 4 sia come centrale sinistro in una difesa a 3. Tutto sul compianto calciatore italiano.

Leggi anche: È morto Davide Astori, calcio in lutto

Davide Astori carriera: dalle giovanili nel Milan alla Fiorentina

Nativo di San Giovanni Bianco e cresciuto a San Pellegrino Terme, ha iniziato a giocare nel Ponte San Pietro, squadra satellite del Milan: è stato integrato nella primavera milanista fino alla stagione 2005-2006. Nel 2006-2007 è stato ceduto in prestito al Pizzighettone, in Serie C1, dove è sceso in campo 27 volte e segnando la sua prima rete tra i professionisti. Tornato al Milan, nella stagione 2007-08 è passato, sempre in prestito, alla Cremonese in Serie C1: la squadra puntava decisamente alla promozione in Serie B, ma fallì l’obiettivo perdendo la finale dei play-off contro Cittadella. Astori collezionerà tra campionato e play-off 33 presenze. Successivamente l’esperienza a Cagliari dove è rimasto sei anni prima di passare alla Roma nel 2014. Successivamente è stata la volta della Fiorentina dove ne era capitano da quest’anno, dopo l’addio di Gonzalo Rodriguez.

Davide Astori carriera in Nazionale

Il suo esordio in nazionale è avvenuto il 29 marzo 2011, a 24 anni, nell’amichevole Ucraina-Italia (0-2). Entrato sostituendo Giorgio Chiellini, è stato espulso nel secondo tempo per somma di cartellini gialli. Il 6 giugno 2012 si aggrega al ritiro della nazionale italiana in via precauzionale come 24º uomo, in attesa degli esami a cui si sottoporrà Andrea Barzagli e nel caso pronto a sostituirlo per la spedizione agli Europei 2012; l’8 giugno Barzagli viene confermato in rosa e così il giorno successivo Astori lascia il ritiro della nazionale. Il 3 giugno 2013 il CT Cesare Prandelli include il suo nome nella lista dei 23 giocatori che parteciperanno alla FIFA Confederations Cup 2013 in Brasile. Ha segnato il suo primo gol in nazionale il 30 giugno 2013 durante la competizione in Brasile, nella finale per il terzo posto giocata contro l’Uruguay, toccando sulla linea di porta una punizione di Alessandro Diamanti rimpallata dal palo e dalla spalla del portiere uruguaiano Fernando Muslera. Si tratta, inoltre, del primo gol di un giocatore del Cagliari in nazionale dopo quarant’anni; l’ultimo era stato Gigi Riva in Italia-Svizzera 2-0, il 20 ottobre 1973.

Davide Astori vita privata: compagna e figli

Davide Astori nato il 7 gennaio 1987 – da poco 31enne –  aveva una compagna, Francesca Fioretti, da cui ha avuto due anni fa la primogenita Nicole.

Davide Astori è morto: trovato senza vita il capitano della Fiorentina, lutto nel mondo del calcio

Oscar 2018 nomination: tutti i candidati