in

Davide Maran è morto: è suo il cadavere trovato nel fiume a Lubiana

Davide Maran è morto, è arrivata la tragica conferma che la famiglia mai avrebbe voluto ricevere. Secondo l’ultim’ora, infatti, i sospetti purtroppo sono confermati: è del 25enne studente di Cento il cadavere trovato martedì scorso nel fiume Ljubljanica a Lubiana, in Slovenia, dove il ragazzo si trovava per motivi di studio post lauream.

Leggi anche: Davide Maran scomparso in Slovenia news: trovato un cadavere a Vevce, è il suo?

stuidente italiano scomparso in slovenia

Maran, originario di Cento (Ferrara), era scomparso il 25 marzo all’alba, dopo avere trascorso la notte in un locale. A dare notizia dell’identificazione del corpo è la polizia nella capitale slovena. L’autopsia disposta dal giudice ha confermato che non ci sono tracce di violenza sul cadavere e che dunque il giovane sarebbe finito in acqua, se volontariamente o accidentalmente non è stato specificato. Sulla salma rinvenuta è stato effettuato anche l’analisi del Dna per avere la certezza dell’identità di quel corpo trovato dopo mesi e mesi di ricerca. Davide Maran, dopo avere conseguito la laurea in Scienze e tecnologie erboristiche a Modena, stava portando avanti la specialistica all’Università di Milano, facoltà di Scienza del farmaco in ‘Safety assessment of xenobiotics and biotechnological products’. Si trovava in Slovenia nell’ambito del programma Erasmus.

Il 12 aprile scorso gli inquirenti erano entrati in possesso di un filmato delle telecamere di videosorveglianza che inquadravano una sagoma, anche per i familiari di Davide a lui riconducibile, cadere nel fiume. In una ripresa gli inquirenti avevano inoltre visto passare una coppia lungo il fiume Ljubljanica. L’orario e la posizione dei due soggetti secondo la polizia erano compatibili con il frangente temporale in cui il presunto Davide Maran finiva in acqua. Purtroppo tutte quelle supposizioni si sono rivelate corrette: il ragazzo che finiva in acqua era proprio Davide Maran.

 

Alzate donna scomparsa: “Vado dal parrucchiere”, invece svanisce nel nulla

Cara signora, le scrivo per chiederle come le sia venuto in mente di indurre mio marito in tentazione. Lui, con un cervello così mal funzionante, tanto da aver scelto come luogo del tradimento il nostro letto…