in

Davide Maran scomparso in Slovenia, video fiume: i genitori hanno visto quelle immagini

Davide Maran scomparso in Slovenia, ultime notizie: sono passati esattamente 17 giorni dalla misteriosa sparizione dello studente ferrarese di 26 anni di cui si sono perse le tracce all’alba dello scorso 25 marzo a Lubiana, in Slovenia, dove risiedeva per motivi di studio. L’ipotesi maggiormente caldeggiata dagli inquirenti sloveni è che il giovane sia caduto sia finito nelle acque del fiume Ljubljanica, il corso d’acqua che taglia in due la capitale slovena. Ci sarebbe infatti un video delle telecamere di sorveglianza della zona che lo ritrarrebbero cadere in acqua. Se per sua volontà o accidentalmente al momento non è dato sapere. Certo è che le indagini si stanno svolgendo nel più stretto riserbo e al momento dalle autorità locali non è arrivata nessuna conferma o smentita di siffatta indiscrezione. Secondo quanto comunicato dall’ufficio relazioni con il pubblico del commissariato di polizia Lubiana centro, che coordina le attività di indagine, agenti di polizia e vigili del fuoco hanno ispezionato per tutto il weekend con i sonar i fiumi Ljubljanica e Sava fino all’area di Litija, nella Slovenia centrale, ma del giovane non sarebbe stata trovata alcuna traccia.

Davide Maran scomparso in Slovenia, ipotesi tragica: è finito nel fiume? C’è un video

Massimo riserbo anche dalla Farnesina, che non conferma né smentisce la possibilità del presunto tragico epilogo di questa vicenda. I familiari di Davide Maran secondo quanto emerge stati informati di questo sviluppo investigativo e avrebbero preso visione del video in questione, riconoscendo nelle immagini proprio il loro familiare scomparso. Continua nel contempo l’analisi delle videocamere di sorveglianza dei luoghi dove Maran risulta essere stato visto l’ultima volta. Al momento dunquè impossibile stabilire se Davide sia vivo o morto poiché il suo corpo non è stato ritrovato. Le speranze della famiglia si sono comprensibilmente affievolite, sebbene ancora non via alcun elemento oggettivo prova del possibile decesso del 26enne. Le ricerche proseguono senza sosta.

stuidente italiano scomparso in slovenia

Si passa al setaccio anche un quartiere collinare e riforestato a sudest della capitale slovena oltre al fiume Ljubljanica con l’ausilio degli elicotteri per non lasciare niente di intentato. Secondo quanto riferisce la stampa locale i velivoli si sono alzati in volo attorno alle 10 di questa mattina e hanno iniziato a perlustrare dall’alto l’area del fiume Ljubljanica e del quartiere Golovec, zona collinare con un’elevazione fino a 450 metri e piena di parchi ricreativi e piste ciclabili in mezzo a una foresta, a sud est della capitale Lubiana.

I parrucchieri Milano

Parrucchieri Milano: la miglior scelta per la tua acconciatura

Al Bano e Loredana Lecciso: i veri motivi della rottura e cosa c’è oggi tra il cantante e Romina Power