di Stephanie Barone in ,

Dieta Mima Digiuno di Valter Longo: schema apporto calorico e kit



 

Come funziona esattamente la Dieta Mima Digiuno di Valter Longo di cui si continua a parlare? Ecco qualche informazione in più su schema apporto calorico e kit.

dieta mima digiuno, dieta mima digiuno valter longo, dieta mima digiuno longo, dieta mima digiuno schema, dieta mima digiuno esempio menù, dieta mima digiuno kit, dieta mima digiuno acquisto kit,

Una dieta che non serve solo per perdere peso, questo sembra esserne infatti solo l’effetto; la Dieta Mima Digiuno ideata da Valter Longo infatti sarebbe pensata per proteggere l’organismo da innumerevoli pericoli e per farlo vivere più a lungo e in salute: “fino a 110” cita la copertina del libro uscito da poco anche in Italia. Si tratta infatti di una dieta a basso contenuto di proteine che “mima” – appunto – gli effetti del digiuno e che, se seguita per cinque giorni da una volta al mese a una volta ogni sei mesi, rigorosamente sotto controllo medico, ha effetti positivi duraturi sullo stato di salute dell’organismo. Come funziona però la Dieta Mima Digiuno? Quanto si può mangiare e cos’è il tanto chiacchierato kit in vendita?

SCOPRI COME DIMAGRIRE DAVVERO

La Dieta Mima Digiuno si baserebbe sull’idea che ciclicamente il corpo ha bisogno di digiunare per rigenerare le proprie cellule: ciò permetterebbe al fisico di vivere più a lungo e in salute. Per questo motivo spiega Longo che è fondamentale inserire all’interno della Dieta della Longevità un periodo di drastica riduzione dell’apporto calorico. Durante questo periodo, lo schema delle calorie da consumare sarebbe questo: 1° giorno 1000 calorie di cui 34% carboidrati, 56% grassi  e 10% proteine mentre  2°-3°-4°-5° giorno 750 calorie di cui 47% carboidrati, 44% grassi e 9% proteine. Inoltre Valter Longo ricorda l’importanza di limitare il numero dei pasti, 2 al giorno nell’arco di 12 ore.

Per chi vuole essere sicuro di seguire la Dieta Mima Digiuno in modo corretto, è stato messo in vendita un kit, sostanzialmente formato da cibi liofilizzati, che seguono le direttive di Valter Longo per non cadere nella malnutrizione nei giorni di digiuno. Si tratta di minestroni, zuppe, crakers, snack, chips di verdure, olive e integratori a base di tè e alghe, ognuno incartato singolarmente e con le indicazioni per il consumo.

* Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook